L’orologio del clima a Roma

Transizione ecologica, nella sede del Ministero installato il primo orologio del clima d’Italia

0
687
climate clock

“Speriamo sia di buon auspicio. Il valore zero per le emissioni di CO2 è un momento che dovrebbe arrivare nel 2050. Ma forse se siamo bravi e abbiamo fortuna potremmo addirittura accelerare e fare prima. Spero che la tecnologia ci aiuti”. Queste sono le parole rilasciate dal ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, in occasione dell’inaugurazione del Climate Clock posto sulla facciata del dicastero di via Cristoforo Colombo, Roma.

Le parole di Roberto Moneta

La battaglia contro il riscaldamento globale è la sfida del XXI secolo – dichiara Moneta, amministratore delegato GSE – richiede una decisa accelerazione per essere vinta. Le energie rinnovabili saranno le leve principali e ‘agire’ è la parola chiave per esprimere quel cambiamento culturale necessario ad aggiungere tempo prezioso alla vita del nostro Pianeta. Con l’indirizzo del ministero sapremo lasciare una nuova impronta ambientale per le future generazioni”.

Anche il ministro pensa alle nuove generazioni

“È una transizione nella transizione. Il messaggio da mandare ai nostri figli è che loro possano fare meglio di quello che abbiamo fatto noi, che non è stato un granché”. Poi ricorda la necessità di sensibilizzare su questi temi: “Questa è un’arteria dove ogni giorno passa tantissima gente per andare a lavorare. Si chiederanno cos’è, qualcuno andrà a vedere e tutti accoglieranno il senso dell’urgenza. Si tratta di un buon simbolo. Un countdown per una cosa molto seria”.

New York: un esempio di Climate Clock


Flower Turbines: le turbine eoliche a forma di tulipano

TV: Cinque film sul cambiamento climatico