Lombardia, obbligatorio l’utilizzo delle mascherine

0
594

Dopo lo scontro tra il capo della protezione civile Angelo Borrelli e il presidente della Lombardia Attilio Fontana sull’uso delle mascherine, la Regione ha comunicato ai propri cittadini forme più restrittive dell’utilizzo dei quest’ultime. Nonostante il trend, che sta diventando sempre più speranzoso in questi ultimi giorni, non c’è ancora una “riduzione “continua e significativa”, come ha spiegato l’assessore al Welfare Giulio Gallera. “Ci stiamo assestando e abbiamo bisogno di dare un’ultima spallata al virus”, ha affermato l’assessore. Attualmente i positivi totali della regione arrivano a sfiorare i 50mila (49.118 con un aumento di 1.598), i morti in 24 ore sono stati 345 (8.656 in tutto), ma le terapie intensive tirano il fiato: 55 ricoveri meno di ieri.

Attilio Fontana ha confermato poi l’obbligatorietà, ogni qualvolta si esce di casa dell’utilizzo delle mascherine protettive. “Non abbiamo ancora raggiunto nessun obiettivo, non abbiamo concluso nessuna opera”, afferma Fontana. C’è bisogno ancora di un grandissimo sforzo dei cittadini lombardi per combattere il Coronavirus, che progressivamente sta scemando a livello di contagi ma l’attenzione a rispettare le norme sanitarie non deve assolutamente essere presa sottogamba. La Lombardia è quindi l’unica regione italiana che ha predisposto l’utilizzo obbligatorio delle mascherine, ma anche “sciarpe e foulard”come ha confermato lo stesso Pirellone.

Nuove misure per i negozi

Per gli esercizi commerciali ancora in utilizzo c’è ora l’obbligatorietà di far utilizzare ai clienti guanti monouso per maneggiare gli alimenti, e gel per l’igiene delle mani. La Regione conferma anche la possibilità di “acquistare articoli di cartoleria”, utili soprattutto per i bimbi che stanno in casa, in supermarket e altri negozi aperti.