Liz Cheney sconfitta alle primarie GOP

0
200
Liz Cheney sconfitta alle primarie GOP

L’ex presidente americano Donald Trump, nonostante abbia numerosi guai con la legge, segna un’altra vittoria nelle primarie repubblicane. Liz Cheney, la principale oppositrice di Trump, è stata sconfitta nelle primarie del Wyoming dall’avversaria fedelissima di Trump, Harriet Hegerman.

Liz Cheney sconfitta alle primarie repubblicane

Donald Trump segna un’altra vittoria nelle primarie repubblicane in vista delle elezioni di midterm di novembre. Liz Cheney, la principale oppositrice di Trump, è stata sconfitta alle primarie repubblicane in Wyoming dall’avversaria sostenuta dall’ex presidente, Harriet Hegerman, fedelissima di Trump e convinta sostenitrice della tesi delle frodi elettorali.

Nel suo discorso di concessione, Cheney ha affermato che nonostante abbia perso le primarie farà tutto il necessario per impedire a Trump di avvicinarsi di nuovo alla Casa Bianca. “Due anni fa ho vinto queste primarie con il 73% dei voti. Avrei potuto facilmente fare lo stesso di nuovo, il percorso era chiaro, ma avrebbe richiesto che seguissi la menzogna del presidente Trump sulle elezioni del 2020“, ha detto Cheney. “Avrebbe richiesto che io abilitassi i suoi continui sforzi per svelare un sistema democratico e attaccare le fondamenta della nostra Repubblica. Quella era una strada che non potevo e non volevo prendere. Nessun seggio alla Camera, nessun ufficio in questa terra è più importante dei principi che tutti abbiamo giurato di proteggere. E ho ben compreso le potenziali conseguenze politiche del rispetto del mio dovere”, ha aggiunto.

“Le menzogne distruggono le nazioni libere”

Cheney ha detto di aver chiamato il suo avversario, l’avvocato Harriet Hageman, per concedere. Tuttavia, ha suggerito che questo è solo l’inizio del suo prossimo capitolo. “Le elezioni primarie sono finite. Ma ora inizia il vero lavoro”, ha detto. Cheney ha infine esortato gli americani a non aderire alle affermazioni infondate di Trump sulle elezioni e a difendere i valori democratici. Ha poi avvertito che la sopravvivenza del paese “non è garantita”, sottolineando che “menzogne ​​velenose distruggono le nazioni libere“, alludendo in parte alle dubbie affermazioni di Trump sulle elezioni del 2020. Cheney ha fatto notare che ci sono candidati a governatore e segretario di stato che credono che la vittoria di Biden non avrebbe dovuto essere certificata.


Leggi anche: Primarie USA: Trump sempre più influente nel GOP