Live Aid: il concerto di beneficenza a Londra e Filadelfia

0
616
Live Aid: il concerto di beneficenza a Londra e Filadelfia

Il Live Aid, uno degli eventi musicali più importanti della storia, si è svolto 34 anni fa. Tra i tanti artisti che si sono esibiti troviamo i Queen e gli U2.

Il Live Aid 1985 ha avuto luogo in diverse città il 13 luglio del 1985. L’idea era di Bob Geldof dei Boomtown Rats e Midge Ure degli Ultravox. L’biettivo era quello di raccogliere fondi da destinare alle popolazioni che dal 1983 al 1985 soffrivano per la grande carestia etiope.

Oltre al Wembley Stadium di Londra, con ben 72mila persone presenti, si è svolto anche al John F. Kennedy Stadium di Filadelfia, con 90mila persone, a Sydney e a Mosca.

Su entrambi i palchi salgono nomi importanti del panorama musicale mondiale e ce n’è davvero per tutti i gusti e tutti i generi.

Londra

In ordine di apparizione questi sono gli artisti che si sono esibiti a Londra:

Status Quo, Style Council, Boomtown Rats, Adam Ant, Ultravox, Spandau Ballet, Elvis Costello, Nik Kershaw, Sade, Sting, Phil Collins, Howard Jones, Bryan Ferry (con David Gilmour dei Pink Floyd alla chitarra), Paul Young, Alison Moyet, U2, Dire Straits, Queen, David Bowie, The Who, Elton John, Wham!, Freddie Mercury & Brian May, Paul McCartney e Band Aid.

Filadelfia

Mentre per quanto riguarda Filadelfia, salgono sul palco:

Bernard Watson, Joan Baez, The Hooters, The Four Tops, Billy Ocean, Black Sabbath, Run-DMC, Rick Springfield, REO Speedwagon, Crosby, Stills and Nash, Judas Priest, Bryan Adams, The Beach Boys, George Thorogood and the Destroyers / Bo Diddley / Albert Collins, Simple Minds, The Pretenders, Santana, Ashford and Simpson, Madonna, Tom Petty, Kenny Loggins, The Cars, Neil Young, Power Station, Thompson Twins, Thompson Twins con Madonna, Eric Clapton, Phil Collins, Led Zeppelin con Phil Collins e Tony Thompson alla batteria, Crosby, Stills, Nash & Young, Duran Duran, Patti LaBelle, Hall & Oates, Mick Jagger, Tina Turner, Bob Dylan, Keith Richards / Ron Wood e USA for Africa.

I retroscena dell’esibizione dei Queen

Come si vede in Bohemian Rhapsody, inizialmente i Queen non accettano la richiesta. Geldof li ricontatta più volte, volendo la loro presenza a tutti i costi. Assieme al manager del gruppo, Jim Beach, decidono di partecipare all’evento. L’orario stabilito permette ai Queen di essere il primo gruppo in diretta con il fuso orario americano. Il tempo a disposizione è poco, solo 20 minuti, e la scaletta va scelta minuziosamente.

Il 13 Luglio 1985

Alla cerimonia di apertura partecipano Roger Taylor e Brian May insieme a David Bowie e a Crystal Taylor. Nella tribuna d’onore troviamo anche il Principe Carlo e la principessa Diana, mentre gli altri due membri della band arrivarono successivamente.

Il look di Freddie è molto semplice: jeans e canottiera bianca, un bracciale e una cintura borchiati. Accolti calorosamente, i Queen suonano Bohemian Rhapsody davanti a ben 72.000 persone.

La scaletta delle hits continua e l’intero stadio trascinato batte le mani a tempo sul ritornello di Radio Ga GaHammer to Fall. In seguito Freddie canta Crazy Little Thing Called LoveWe Will Rock You e l’immancabile We Are The Champions.

Infine alle 21.48 Mercury e May tornano ancora una volta in scena per eseguire Is This The World We Created?,  il cui testo racconta anche della fame nel mondo, assolutamente in tema con il Live Aid.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here