L’Iran vuole giustizia per Qasem Soleimani

0
198

Il 2020 verrà sicuramente ricordato per la terribile pandemia da Covid-19 ma non bisogna dimenticare che nei primi mesi dell’anno, l’equilibrio politico mondiale era in bilico. Durante un attacco con droni venne ucciso il comandante iraniano, Qasem Soleimani. Ora l’Iran vuole giustizia.


Iran: Raisi sospettato di crimini contro l’umanità


L’Iran vuole giustizia per Soleimani: quale la richiesta?

Nonostante sia passato più di un anno dall’omicidio del comandante Soleimani, l’Iran vuole giustizia. La pretende. Durante il Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite, l’ambasciatore iraniano, Esmaeil Baghaei Hamaneh, ha detto: “Il termine “uccisione arbitraria” del massimo generale iraniano Qasem Soleimani presente in un documento del relatore speciale delle Nazioni Unite è insignificante. L’uso di tali espressioni non dovrebbe portare a minare l’atto illegale del terrorismo di Stato”. Baghaei Hamaneh ha descritto Soleimani come un protettore dei diritti umani e per questo si merita giustizia. Ha poi aggiunto che finchè non si arriverà ad un giusto verdetto, l’Iran non si arrenderà. Il drone americano che il 3 gennaio 2020 a Baghdad colpì Soleimani, uccise anche il comandante iracheno, Abu Mahdi al-Muhandis, e dieci soldati.