L’intenso uragano Sam persisterà fino ad inizio Ottobre

0
246
intenso uragano

L’intenso URAGANO SAM: persisterà fino ad inizio ottobre. Il “piccolo” Sam è diventato un uragano di categoria 2

Il “piccolo” Sam è diventato un uragano di categoria 2, ma nelle prossime ore si intensificherà ulteriormente. Nel corso della giornata di sabato, come previsto, dovrebbe diventare un’intenso uragano “major, ossia un uragano di categoria 3 o superiore. Stando agli ultimi aggiornamenti Sam dovrebbe mantenere un intensità da “major” almeno fino all’inizio di ottobre.

Tra sabato 25 e domenica 26, infatti, Sam potrebbe raggiungere categoria 4 e proseguendo verso ovest non dovrebbe perdere potenza nei giorni successivi. Secondo le proiezioni dovrebbe restare un intenso uragano di categoria 4 almeno fino alla giornata di martedì 28, per poi “indebolirsi” a categoria 3.

Un uragano raggiunge categoria 3 quando i venti soffiano in media oltre i 180 km/h, intensità 4 con venti oltre i 210 km/h e categoria 5 (la massima possibile) con venti ad oltre 250 km/h. Le raffiche raggiungono velocità anche molto più intense.

Tempesta Sam diventa Uragano: ora si dirige verso i Caraibi

Piccolo Uragano Sam preoccupa i Caraibi

Sam si sta muovendo sull’oceano Atlantico a 22 km/h verso ovestLe calde acque dell’Atlantico e del Mar dei Caraibi, dove la temperatura superficiale resta tra i 29 e i 30 gradi, serviranno da carburante per alimentare la tempesta. L’acqua superficiale risulta infatti più calda del normale, con una anomalia anche di 0,5-1 grado.

Attualmente i venti soffiano a 155 km/h, con raffiche anche più forti. Nel corso del weekend Sam dovrebbe rallentare, proprio nei giorni in cui sarà al massimo della sua intensità. Lunedì Sam potrebbe virare più verso nord-ovest, risparmiando le Piccole Antille da un impatto diretto.

Sam è un piccolo uragano, considerando la sua struttura, ma non per questo meno intenso. I venti da uragano raggiungono i 30 chilometri dall’occhio di Sam, mentre venti da tempesta si estendono fino a 95 km dal suo cuore.

Fonte: National Hurricane Center