L’indipendenza delle Seychelles

La scoperta dell'arcipelago delle Seychelles attrvaerso i secoli

0
161

Le splendide isole dell’oceano indiano delle Seychelles, costituite da un arcipelago di ben 115 isole, localizzato a 1500 km ad est delle coste dell’Africa Orientale, hanno attirato esploratori fin dal III secolo a.C.

La scoperta vera e propria è datata 1502, ad opera dell’esploratore portoghese Vasco de Gama, anche se in realtà per oltre un secolo furono quasi dimenticate dagli Europei.

La Compagnia Britannica delle Indie Orientali vi giunse il 19 gennaio 1609, quando fu costretta da una tempesta, mentre si dirigeva verso le Indie, a rifugiarsi in una baia di un’isola dell’arcipelago.

A tutta prima sembrava deserta, ma ricca di cibo, che assicurò all’equipaggio la sopravvivenza.

Ma anche dopo questo fatto l’Europa non dimostrò particolare attenzione a queste isole per altro tempo.

Infatti, solo quando la zona cominciò ad essere infestata di pirati malesi, si decise di avviare una serie di spedizioni in grado di mappare con accuratezza l’area.

Si diede così l’avvio ad alcuni interventi nell’area volti a completare le mappe navali.

Ma un vero e proprio approdo all’arcipelago si ebbe non prima della metà del ‘700, ad opera dei Francesi prima, e dei Britannici dopo.

La continua presenza di navi battenti bandiera inglese portò alla nascita sulle isole di una guarnigione militare che garantì un primo legame sulla terraferma.

Pian piano la dipendenza delle isole dalla madrepatria inglese fu sempre più serrato. Cosa che con il passar del tempo lasciò lo spazio alle prime fratture nei rapporti.

Come sovente è accaduto, il colonialismo ha cominciato a crollare sotto le spinte indipendentiste dei popoli locali, i quali hanno cominciato ad organizzarsi a livello politico per superare l’egemonia straniera.

Le Seychelles riuscirono in questo loro obiettivo proprio il 29 giugno 1976 quando divennero una repubblica indipendente in seno al Commonwealth.

Attualmente le bellezze naturali contribuiscono ad esaltarne la notorietà in tutto il mondo, garantendo un afflusso turistico che costituisce una delle principali voci dell’economia locale.

Una storia comunque lunga quella di questo arcipelago, così lontano dalla terraferma, quanto peraltro oggi facilmente raggiungibile dai moderni mezzi di comunicazione.

Commenti