L’immaginazione come supporto per insegnanti e allievi nello studio della danza

 

L’immaginazione è una facoltà mentale che si sviluppa molto presto nell’evoluzione umana e fa parte del nostro quotidiano: tutti immaginiamo qualcosa riguardante la nostra sfera personale ad esempio il proprio lavoro, la propria vita in futuro, un obiettivo da realizzare; quindi l’immaginazione da sempre e per sempre accompagna l’uomo. È di grande supporto e utilità applicare l’immaginazione alla danza per imparare ed insegnare un movimento. Per un docente utilizzare un’immagine come strumento specifico che sintetizzi in modo rapido il concetto è un metodo diretto ed efficiente. L’utilizzo d’immagini sintetiche può affiancare o sostituire lunghe spiegazioni andando a colpire subito il focus su cui lavorare.

Di conseguenza l’allievo che apprende ed interiorizza input rapidi e precisi viene continuamente stimolato ad utilizzare e sviluppare la facoltà immaginativa.  Se l’alunno con atteggiamento propositivo riesce a unire le proprie abilità immaginative (immaginando nella propria mente la modalità corretta d’esecuzione di un passo e applicando ad essa un’immagine sintetica che lo rappresenta) e la competenza tecnica può migliorare il proprio lavoro, interiorizzare i movimenti in modo corretto e cosi raggiungere pian piano gli obiettivi sperati.

Articolo a cura di Sara Ferro, docente di danza classica

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here