Libri sotto l’ombrellone: quali leggere durante le vacanze

0
329
libri sotto l'ombrellone

Se state organizzando le vacanze e cercate dei qualcosa da leggere ecco una selezione di libri pubblicati dal 2000 in poi che magari vi siete persi. Mai farsi mancare dei libri sotto l’ombrellone o in campeggio

10 libri sotto l’ombrellone che vale la pena leggere

Il collo mi fa impazzire di Nora Ephron (2006)

Forse meglio conosciuta per la sua sceneggiatura (Silkwood, When Harry Met Sally, Heartburn), il marchio di umorismo teatrale intelligente della Ephron è in mostra al meglio nei suoi saggi. Confidenziale e autoironica, ha un modo di riuscire sempre a sembrare la tua migliore amica – anche quando scrive del suo appartamento nell’Upper West Side di New York. Questa collezione selvaggiamente divertente include le sue osservazioni divertenti sull’invecchiamento, la vanità – e una valutazione bruciante di Bill Clinton.

Pezzi di vetro di Alain Mabanckou (2005),

Lo scrittore congolese dice che stava “cercando di rompere la lingua francese” con Broken Glass – una commedia nera raccontata da un insegnante caduto in disgrazia senza molti punti fermi o interruzioni di paragrafo. Mentre l’inaffidabile narratore di Mabanckou sgranocchia il suo “pollo in bicicletta” e beve il suo vino rosso, diventa chiaro che ha nel mirino la storia del Congo-Brazzaville e l’intera letteratura francese.
Leggi la recensione

La ragazza che giocava con il fuoco di Stieg Larsson (2005)

Il giornalista radicale Mikael Blomkvist forma un’improbabile alleanza con la giovane hacker Lisbeth Salander mentre seguono una scia di omicidi e illeciti legati a una delle più potenti famiglie svedesi nel primo romanzo della trilogia Millennium. L’intrigo ad alto livello ha affascinato milioni di lettori, ha portato il “noir scandinavo” alla ribalta e ha ispirato innumerevoli imitazioni.

Il punto critico di Malcolm Gladwell (2000)

Lo scrittore del New Yorker esamina fenomeni che vanno dalla vendita di scarpe ai tassi di criminalità attraverso la lente dell’epidemiologia, raggiungendo il suo punto di svolta, quando è diventato una rock-star intellettuale e ha scatenato un’ondata di studi eccentrici sulla società contemporanea. Due decenni dopo, Gladwell è spesso accusato di eccessiva semplificazione e di scegliere le ciliegie, ma i suoi bestseller idiosincratici hanno contribuito a plasmare la cultura del 21° secolo.

L’assedio di Helen Dunmore (2001)

La famiglia Levin lotta contro la fame in questo romanzo ambientato durante l’assedio tedesco di Leningrado. Anna scava trappole per carri armati e schiva le pattuglie mentre cerca la legna, ma la mano della storia è difficile da evitare.
Leggi la recensione

Priestdaddy di Patricia Lockwood (2017)

Questo potrebbe non essere l’unico resoconto della vita in una famiglia religiosa nel midwest americano (in gioventù, l’autrice si è unita a un gruppo chiamato God’s Gang, dove si parlava in lingue), ma è sicuramente il più divertente. L’autrice ha iniziato come “poeta laureato di Twitter”; il suo linguaggio è brillante, e lei ha una mente completamente originale.
Leggi la recensione


Top 10 libri per un’economia più green


Gli adulti nella stanza di Yanis Varoufakis (2017)

Questo memoir dell’economista con la giacca di pelle sui sei mesi trascorsi come ministro delle finanze della Grecia nel 2015 in un momento di crisi economica e politica è stato descritto come “uno dei migliori memoir politici mai scritti”. Si scontra con il FMI, le istituzioni europee, Wall Street, i miliardari e i proprietari dei media e gli viene detto come funziona il sistema – di conseguenza, il suo libro è una descrizione eloquente del potere moderno.

L’illusione di Dio di Richard Dawkins (2006)

Un testo chiave nei giorni in cui si parlava molto del “Nuovo Ateismo” che non può mancare tra i libri sotto l’ombrellone. The God Delusion è un duro attacco alla religione, pieno della sicurezza di Dawkins che la fede produce fanatici e tutti gli argomenti per Dio sono ridicoli. Ciò che il biologo evoluzionista manca in sofisticazione filosofica, lo compensa in passione, e il libro ha venduto in grandi numeri.

Dimmi come va a finire di Valeria Luiselli (2016)

Mentre l’isteria sull’immigrazione negli Stati Uniti cominciava a crescere nel 2015, la scrittrice messicana si è offerta di lavorare come interprete nel tribunale federale dell’immigrazione di New York. In questa potente serie di saggi racconta le struggenti storie dei bambini che ha incontrato, situandole nel più ampio contesto del travagliato rapporto tra le Americhe.
Leggi la recensione

Coraline di Neil Gaiman (2002)

Dai fumetti di Sandman alla sua epopea fantasy American Gods a Twitter, Gaiman domina il mondo dei libri. Ma questa novella per bambini perfettamente realizzata, in cui una ragazzina coraggiosa entra in un mondo parallelo dove la sua “altra madre” è una copia inquietante della sua mamma reale, con bottoni al posto degli occhi, potrebbe essere il suo momento migliore: un mito moderno davvero spaventoso che va dritto al cuore delle paure e dei desideri dell’infanzia.
Leggi la recensione