Libri parlati a Battipaglia da donare a ospedali e cliniche

0
376

gabriella-pastorino

Gabriella Pastorino Editore presso Edizioni Noitré, attualmente consulente alla cultura della sindaca Cecilia Francese, si rivolge alle scuole, alle associazioni, a chiunque si interessi di cultura nelle sue diverse espressioni e desideri offrire idee e progetti per un miglioramento culturale nella città di Battipaglia.
Più volte abbiamo sentito amare considerazioni o financo battute sull’incompatibilità fra il nostro territorio e gli interessi o attività culturali. Non è vero: molte le attività, ma poco evidenti e spessissimo isolate fra loro.
“La nuova amministrazione del Comune di Battipaglia desidera evidenziare le attività culturali svolte sul nostro territorio e promuoverne di nuove. Si rivolge perciò alla Scuola ed alle associazioni presenti in città, nonché a singoli cittadini desiderosi di offrire il loro contributo di idee e fantasia. Le nostre scuole offrono un buono standard culturale ai giovani loro affidati, pur se gli ostacoli da affrontare quotidianamente sono molteplici e non facili. Ed è in primis a loro che il Comune si rivolge, pur conscio di non poter gravare sui già intensi programmi da svolgere. Nel 2013 la canadese Alice Munro, scrittrice di novelle, ha vinto il premio Nobel per la Letteratura, dando nuova visibilità al Racconto, talvolta  ritenuto meno incisivo del Romanzo e della Poesia. Proponiamo di canalizzare parte delle attività scolastiche nella forma di RACCONTI, con modalità ovviamente differenti per la Scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado.  Si chiede che gli allievi delle Elementari e Medie inferiori scrivano racconti (gialli, comici, romantici, tragici, di fantasy, legati all’attualità e ai problemi propri dei giovanissimi) ambientati a Battipaglia e dintorni. Due o tre  lavori per classe saranno scelti dai docenti. Dopo una selezione, la scuola ne invierà una decina al Comune. Anche agli alunni degli Istituti superiori proponiamo di porre in forma di Racconto argomenti di studio o prodotti di riflessioni e fantasia o articoli ed interviste. Ai docenti ed ai dirigenti si chiederà di collaborare scegliendo quelli ritenuti più interessanti. Dei lavori così raccolti si faranno dei LIBRI PARLATI,  magari  sfruttando le capacità tecnologiche di alcuni allievi, ma soprattutto affidandosi alla professionalità di registi, attori e musicisti locali. I libri parlati saranno poi divulgati in particolare presso ospedali e cliniche  e presso le associazioni che si occupano di sofferenti ed anziani. Poiché questa forma di espressione culturale dovrebbe caratterizzare Battipaglia, ora con un progetto locale, poi con più ampio respiro, chiediamo da subito la collaborazione delle più importanti associazioni internazionali presenti sul  territorio: Fidapa, Inner Wheel, Lions, Rotary. In particolare sarà preziosa l’esperienza dei Lions che anni fa, lottando contro la cecità, hanno a lungo lavorato sul libro parlato. Preziosa sarà la collaborazione di associazioni e di singoli in grado di dare qualcosa di culturalmente interessante a Battipaglia. Sempre al fine di evidenziare le attività culturali svolte sul nostro territorio e promuoverne di nuove, i dirigenti ed i docenti ricorderanno agli allievi  che la Biblioteca è di tutti noi. Gli spazi recuperati nella Scuola De Amicis, molto amata dai battipagliesi, favoriranno la socializzazione a più livelli di adulti e ragazzi. Si chiede infine di arricchire questo progetto con altre idee e proposte, in nome dell’amore che  lega tutti noi alla nostra cittadina” Gabriella Pastorino, consulente alla cultura della sindaca Cecilia Francese.
Dott.ssa Rosa Ferro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here