Libri fantasy da riscoprire a Natale: 5 letture magiche

0
423

Si sa, quando fuori fa freddo è sempre incantevole prendersi un po’ di tempo e mettersi sotto le coperte o sul divano a sorseggiare qualcosa di caldo. L’immagine diventa poi perfetta se siamo accompagnati da una buona lettura. Oggi, in vista del periodo natalizio che ci attende, vogliamo riproporvi una lista di 5 libri fantasy da riscoprire: grandi classici per gli amanti del genere.


Perché i libri fantasy attraggono?

Le risposte possono essere svariate: forse, quello che più ci attrae è la possibilità di un mondo completamente estraneo alla nostra realtà. Magia, personaggi straordinari e coraggiosi, luoghi incantati. I libri fantasy ci fanno evadere, dimenticare il presente, poiché al loro interno tutto è possibile, non ci sono limiti a ciò che la fantasia può creare. Nessuna legge, nessuna regola naturale.


5.  The Maze Runner: la saga

Ci troviamo in un mondo apocalittico distrutto da un tremendo virus che ha provocato delle mutazioni nel genere umano, rendendo la maggior parte degli abitanti della Terra alla stregua di zombie pronti ad attaccare chiunque non sia ancora stato contagiato. Ignari di cosa stia accadendo nel mondo esterno sono i nostri protagonisti: un gruppo di ragazzi messi all’interno di un una radura, circondati da un Labirinto pieno di mostri. I giovani creano, nel loro piccolo, una società organizzata in cui ognuno ha i propri compiti: il loro equilibrio verrà tuttavia interrotto dall’arrivo di un nuovo ragazzo, Thomas, che giocherà un ruolo fondamentale. Chi li ha messi lì? Perché proprio loro? Cosa sta succedendo? Presto scopriranno che il Labirinto in cui sono intrappolati da anni è solo un piccolo tassello di un gioco perverso: una prova per trovare la cura. Tremendamente attuale con il contesto storico che stiamo vivendo nel 2020, l’autore James Dashner mette davanti ai nostri occhi una trama avvincente, complessa, in cui entra in gioco anche l’etica umana, distrutta dal nostro istinto primordiale: la sopravvivenza.

4. The Hunger Games

La fama dei film ha sicuramente declassato un libro scritto in maniera impeccabile, da leggere, imperdibile. Suzanne Collins ci offre una realtà macabra: un mondo distrutto dalla guerra e in cui il governo di Capitol City, per evitare ulteriori rivolte nei Distretti, organizza annualmente dei giochi brutali in cui, come in un moderno Colosseo, i ragazzi sono costretti a uccidersi tra loro. Raccapricciante, a ben pensarci, è il valore mediatico che Capitol City fornisce a questo evento: esso è acclamato, bramato e voluto dagli abitanti della capitale che godono dello spettacolo di morte. Katniss Everdeen è una eroina quasi per sbaglio, forse è per questo che ci ha conquistati. Nel 2020 è stato pubblicato il prequel La ballata dell’usignolo e del serpente che ha come protagonista un giovane e attraente Coriolanus Snow, il futuro presidente. Forse questo ultimo capitolo è un po’ prevedibile e non ci tiene con il fiato sospeso come faceva a ogni sua mossa la nostra ragazza di fuoco ma fornisce comunque uno spunto interessante per comprendere l’evoluzione degli Hunger Games.

3. La Bussola d’oro: la saga di Queste Oscure Materie

Premessa essenziale: il capolavoro di Philip Pullman è stato letteralmente eclissato dal film, un grande errore che ha interrotto la produzione delle successive due pellicole. L’autore ci trasporta non in un mondo ma in svariati mondi di cui ognuno ha le proprie peculiarità. Mondi paralleli che si incontrano, compreso il nostro.  Lyra e il suo daimon Pantalaimon  sono orfani e vivono al Jordan College di Oxford. Tutto sembra tranquillo nella loro vita finché i bambini di Oxford, compresi alcuni amici di Lyra, iniziano a sparire. Questo porterà la piccola ad intraprendere un viaggio fuori dal comune tra gytani, streghe e orsi corazzati, alla scoperta della misteriosa Polvere. Pullman descrive dei personaggi che riescono a conquistare e a guidare il lettore in una trama che è tutt’altro che semplice. Ogni essere umano vive, dal momento della sua nascita, con accanto il proprio daimon, la propria anima in forma di animale. Il daimon dei bambini è instabile, cambia continuamente la propria forma finché non diventano adulti e si stabilizzano. Anche qui la morale viene seriamente messa in discussione tra bambini coraggiosi e adulti che mirano al progresso.

2. Dune: la saga e l’incontro tra il fantasy e la fantascienza

Nella trepidazione per l’uscita del nuovo film ispirato alla saga, vi proponiamo un libro tutt’altro che recente. Non è la prima volta: già nel 1984, proprio David Lynch ci ha proposto una prima versione del primo libro. Frank Herbert scrisse questo ciclo di libri tra il 1965 e il 1985. Una sfida tra antiche dinastie, Atreides e Harkonnen, fa da sfondo a un complesso gioco di poteri per il controllo del pianeta Arrakis. Esso è in realtà un pianeta inospitale, dove gli stessi abitanti sono abituati a vivere con minime riserve di acqua; tuttavia il pianeta è anche il luogo principale dove viene raccolta la Melange, o Spezia, una preziosa sostanza insostituibile per la struttura della società galattica. Tra Landsraad, Impero e Gilde si apre davanti ai nostri occhi un mondo spettacolare. Ricordiamo che lo stesso George Lucas ha ammesso che il primo libro è stato una fonte inesauribile di ispirazione per Star Wars.


1. Harry Potter: primo tra i libri fantasy

In una recente intervista Stephen King ha detto: “La mia ipotesi è che supererà l’esame del tempo e finirà sullo scaffale dove si ripongono solo i libri migliori: penso che Harry troverà posto insieme ad Alice, Huck, Frodo e Dorothy, e che questa serie non durerà solo un decennio ma secoli”. Potevamo dirlo meglio? La saga rappresenta uno dei libri fantasy per eccellenza. Si trova al secondo posto forse solo dopo il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, non presenti in questa classifica proprio perché assodati come capostipiti del genere. Parafrasando J.K. Rowling, Harry ci porta nel mondo segreto dei bambini: un mondo che per gli adulti sarà sempre impenetrabile, dove la magia è la realtà. Sarà oltremodo banale dirlo ma i film non potranno mai raggiungere la complessità dei libri. Questi hanno il potere di farti sentire a casa in ogni pagina. È come essere lì, tra i corridoi di Hogwarts, al sicuro dal mondo esterno. I personaggi e le ambientazioni sono descritti in una maniera così brillante che è impossibile non sentirsi parte di essi. Ogni adulto dovrebbe leggere ai propri figli Harry Potter e ogni bambino dovrebbe far si che gli adulti leggano Harry. Questo per non dimenticare mai che il coraggio, l’amicizia, la famiglia e la felicità si possono trovare sempre, anche negli attimi più tenebrosi. Un fenomeno mondiale che nel 2021 festeggia 10 anni dall’uscita dell’ultima pellicola.

Commenti