Libri da leggere nel 2022 che cambieranno la tua vita

0
270

Libri e viaggi sono stati la mia finestra sulla vita e la mente di persone provenienti da tutto il mondo. Il mio amore per entrambi è stato guidato dal desiderio costante di evolvere e perfezionare il modo in cui vivo. I libri elencati di seguito hanno avuto un profondo impatto su di me e sul mio approccio alla vita e mi hanno aiutato ad arrivare dove sono oggi. Nessuno riguarda un aspetto particolare della vita. Invece, si chiedono cosa significhi vivere bene mentre esaminano denaro, lavoro, consumismo, norme e abitudini contemporanee, relazioni, salute, minimalismo, la nostra dipendenza dal tempo e le nozioni di connessione della società. Questi sono libri da leggere con mente e cuore aperti, imparerai di più su te stesso in un anno di quanto pensavi possibile, ancora di più se sperimenterai alcune delle idee condivise nei libri

Come vivere 24 ore al giorno (Arnold Bennett)

Siamo tutti creati uguali nel senso che ognuno di noi ha 24 ore al giorno e ciò che scegliamo di fare con quelle ore determina come viviamo oggi e come vivremo domani. Bennett offre modi perspicaci per trasformare le nostre vite recuperando i pezzi di tempo sprecati dalla settimana lavorativa in modo che possiamo diventare umani dinamici e a tutto tondo anziché api operaie senza cervello. E dopo averlo letto molti capiranno come faccio ad avere “tutto questo tempo” per fare tante cose diverse.

La misura della felicità (E.F. Schumacher)

In un mondo in cui il globalismo – ehm, le interruzioni della catena di approvvigionamento – e i governi gonfiati stanno deludendo le persone e il pianeta il libro di E.F. Schumacher è più rilevante che mai. Schumacher sposa i vantaggi di vivere in modi più piccoli ma più grandi. Scale più piccole riducono gli sprechi, consentono una maggiore libertà e una connessione più profonda. Pensa al lavoro, alla casa, alla comunità, al governo e agli affari. Il più grande dono di Schumacher come scrittore e pensatore è stato quello di convincere i suoi lettori a pensare oltre i confini delle loro piccole vite, a porre domande più grandi della vita e aiutarli a immaginare percorsi molto più grandi di quelli che abbiamo intrapreso.

Il metodo Wim Hof (Wim Hof)

La lettura di questo libro mi ha convinto che “Ice Man” potrebbe essere l’uomo più libero del mondo. Avendo liberato i limiti imposti a se stesso, agli altri e alla società, è diventato la persona senza paura, indipendente e incredibilmente forte che è oggi. Se hai bisogno di un promemoria della grandezza di cui sei capace, questo è il libro che fa per te. Wim Hof ti dà il come e il perché, insieme a un sacco di ispirazione e motivazione.

Il silenzio. Uno spazio dell’anima (Erling Kagge)

Kagge è una di quelle rare menti che tagliano il rumore – letterale e metaforico – per rivelare il cuore della questione. Come un famoso editore in Norvegia e la prima persona al mondo a raggiungere i 3 poli del mondo a piedi (Poli Nord e Sud e la vetta dell’Everest), Kagge vive con un piede entrambi i mondi: quello della guarigione, del mondo naturale e il mondo urbano di caos e intellettualismo. Ci mostra come connetterci con il silenzio dentro di noi e creare uno spazio affinché il silenzio possa entrare nelle nostre vite.

Camminare. Un gesto sovversivo (Erling Kagge)

In Walking, Kagge illumina l’essenza e i vantaggi di rendere il camminare una parte normale della tua vita. Dimostra che camminare ci aiuta a costruire connessioni più ricche con noi stessi e il mondo che ci circonda, ripristinando la salute dei nostri corpi e delle nostre menti. Kagge mostra come qualcosa di semplice come camminare può trasformare le nostre vite in meglio. Uno di quei libri che puoi rileggere negli anni a venire.

La vita dell’opossum (Dolly Freed)

Scritta negli anni ’70, Dolly Freed si mostra come un’iconoclasta radicale che sa cosa significa creare una vita di libertà. È piena di irriverenza, saggezza e arguzia, più adatta a una settantenne ben vissuta rispetto a ciò che era veramente: una giovane donna nella tarda adolescenza. Anche se potremmo non scegliere di vivere come facevano Dolly e suo padre, questo libro è pieno di domande, idee e suggerimenti per creare spazio per più libertà, indipendenza e gioia nelle nostre vite senza dover essere schiavi di un lavoro.

L’uomo che ha abbandonato il denaro (Mark Sundeen)

Deluso dallo stile di vita moderno, Daniel Shellbarger (alias Suelo) rinuncia ai soldi e intraprende un viaggio di un’esistenza senza soldi. Sundeen scrive magnificamente sulle sfide che Suelo deve affrontare e sui suoi contributi alla comunità e alle persone che lo circondano. Se vuoi sviluppare un rapporto più sano con il denaro, questo libro ti farà fare tutte le domande giuste e ti spingerà a fare i cambiamenti di cui hai bisogno per arrivare dove vuoi andare.

L’uomo senza soldi (Mark Boyle)

Un giorno, l’uomo d’affari Mark Boyle si rende conto che la sua vita è completamente fuori allineamento con i suoi valori. E dopo essersi lamentato con un amico di come il denaro sia responsabile della distruzione di tutto ciò che ha un valore reale nel mondo, un amico gli ha detto che se sentiva così fortemente il denaro, perché non rinunciarci? Così, proprio così, Boyle ha intrapreso un viaggio lungo un anno di vita senza soldi. Si rivela persino migliore di quanto immaginasse e alla fine lo porta a un nuovo stile di vita che condivide con i suoi lettori in The Way Home. Per coloro che cercano un “how-to” per ridurre la propria dipendenza dal denaro, potrebbe piacerti anche il suo libro Vivere senza soldi. Manifesto per un’economia della condivisione e del dono

Walden: Vita nel bosco (Henry David Thoreau)

In Walden, Thoreau delinea come le persone si complicano la vita e si imprigionano inutilmente: “… un uomo è ricco in proporzione al numero di cose che può permettersi di lasciar perdere”. Mentre Thoreau-bashing può essere alla moda, di solito è fatto da persone che sono incapaci di vedere tali pepite di saggezza che punteggiano questo libro di memorie pastorali in cui le gioie di provvedere a se stessi e di comunicare con la natura sono messe a nudo. Nonostante sia stato pubblicato a metà del 19° secolo, questo libro è molto più rilevante di quanto la maggior parte delle persone sappia.