Arriva dalla provincia di Salerno, esattamente dal Comune di Polla, una bella iniziativa che coniuga cultura e ambiente. Si tratta di una sorta di libreria «green» che mette a disposizione dei testi in cambio di lattine o bottiglie di plastica destinate al riciclo. L’ideatore di questo bel progetto volto a diffondere non solo il sapere, ma anche una coscienza ecologista tra le persone, si chiama Michele Gentile, il quale ha intitolato ufficialmente il suo progetto «Non rifiutiamoci un libro sospeso».

Il libraio campano, nell’illustrare la sua brillante idea su Facebook, ha spiegato che l’obiettivo è quello di ridurre lo spreco di plastica e alluminio, favorendo al contempo una maggiore circolazione dei testi destinati alla lettura, troppo spesso dimenticati in questi ultimi anni soprattutto dalle nuove generazioni, sempre più attratte dal mondo della tecnologia e dell’informatica tra smartphone, tablet, computer e quant’altro.

Michele Gentile, ideatore dell’iniziativa.

Del resto, non è un caso se la libreria «green» salernitana ha una duplice, importante finalità: da un lato vuol sottolineare l’importanza della lettura, favorendo l’accesso ai testi da parte di tutti per diffondere sapere e cultura; dall’altro evidenzia che bisogna tutelare assolutamente la salute del pianeta, e per farlo basta consegnare presso il negozio di Polla materiali in plastica e in alluminio che, invece di essere dispersi nell’ambiente, andranno prontamente riciclati e riutilizzati. Tutto ciò in cambio di un buon libro.

Come aderire al progetto della libreria «green» di Polla

Tutti possono avere accesso alla bella iniziativa di Michele Gentile. Infatti basta essere in possesso di una o più lattine o bottiglie di plastica vuote, e recarsi quindi presso la libreria «green» in provincia di Salerno. A questo punto, dopo aver consegnato il materiale, si riceverà in cambio (e gratuitamente) un volume da leggere. Come ha fatto sapere l’ideatore del progetto, gli oggetti lasciati da coloro che aderiscono a «Non rifiutiamoci un libro sospeso» non vengono gettati né abbandonati pericolosamente nell’ambiente, ma sono prontamente riciclati per ricavarne delle librerie, dei contenitori per fiori o dei comodi scaffali.

In crescita l’Italia del riciclo

Come abbiamo accennato in precedenza, anche se si tratta di una proposta rivolta a tutti, senza limiti d’età, l’obiettivo primario è comunque quello di sensibilizzare i giovani ad avere una vera e propria mentalità ambientalista, ma anche a riavvicinarli al mondo della lettura che troppo spesso, ormai, viene soppiantato in favore dei dispositivi tecnologici. Il sodalizio tra cultura ed ecologia introdotto da Michele Gentile sta già raccogliendo numerosi consensi soprattutto tra i bambini: in queste ultime settimane, infatti, sono diversi i giovanissimi che si stanno recando a Polla per ottenere un libro in cambio di lattine o bottiglie atte al riciclo.

Come si aderisce a Non rifiutiamoci un libro sospeso.

Inoltre bisogna aggiungere che, anche se si tratta di un progetto sorto in Campania, in provincia di Salerno, sta già ottenendo una certa valenza a livello nazionale, con molte persone che inviano materiale alla libreria «green» per ricevere dei testi e compiere allo stesso tempo un gesto importante verso l’ambiente che ci circonda. Per questo motivo, nel tentativo di ampliare ulteriormente la sua proposta, il libraio salernitano ha anche avviato una campagna di crowdfunding tramite la piattaforma online Produzioni dal Basso.

Si punta infatti a raccogliere dei fondi che possano risultare utili ad acquistare altri libri da girare gratis a tutte le scuole primarie e medie inferiori d’Italia che nei prossimi mesi aderiranno all’iniziativa e che permetteranno, con l’invio di una quantità sempre maggiore di bottiglie di plastica e lattine vuote, di realizzare scaffali, fioriere e altri oggetti che si possono ricavare da questi materiali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here