Libertà e green pass: tutti i valori di Giove

0
587
Green pass:

Libertà e green pass, due “elementi” inversamente proporzionali. Cosa si nasconde dietro questa forzatura? Nulla! Non ci sono dietrologie purtroppo, sarebbe stato bello immaginare che tutto questo avesse potuto accogliere un fine più elevato, umanitario. Invece no, perdendo di fatto l’ennesima occasione per redimerci. La cultura italiana, fondata non sulla repubblica ma su Giove, dimostra ancora una volta il potere dei condizionamenti e di come gli archetipi collettivi operano in noi in maniera del tutto inconscia.

Libertà e green pass, cosa c’entra Giove?

Come già raccontato in altre occasioni, l’Italia nasce sotto il segno dei Pesci, esattamente nei gradi finali: la sede secondaria di Giove. Cosa significa? La forma mentis italiana vive tutti gli aspetti legati alla natura edonistica ossia nella soddisfazione dei propri piaceri. Giove tende a dire: “quando ho ciò che mi occorre, vivo nel migliore dei modi possibili (scrisse Lisa Morpurgo). Ma non solo, a Giove vengono anche attribuite angosce e paure di morire di fame e di infelicità. Ma non dobbiamo dimenticare che stiamo parlando di un Giove pescino. Perde un po’ di baldanza favorendo la cosiddetta “lagna” o lamento per usare termini più formali. Forte attitudine italiana. Il Giove-pesci ci parla di “amore” per i propri comodi, di borghesia, desiderio di comfort ed egocentrismo. Insomma siamo noi!

Giove e i valori di libertà

In virtù di ciò che ho descritto nel paragrafo sopra, tutto ciò rappresenta la chiave dell’assurda accettazione ad imposizioni che andrebbero affrontante forse con qualche criterio in più. Ma i politici, e di questo ne sono fermamente convinto, si avvalgono di qualche astrologo per definire le linee guida da tenere. Il segno dei Pesci riguarda anche l’assunzione di farmaci. Per cui l’accostamento è presto detto: “se agli italiani diciamo di prendere un farmaco per poter continuare a sollazzarsi bevendo spritz, stai pur sicuro che ci ascolteranno”. Se ci dicessero di tagliarci un dito del piede per poter dare libero sfogo al nostro sfrenato consumismo edonistico (Giove), lo faremmo senza batter ciglio. Il problema non è il covid o qualsiasi altra tragedia o pseudo tale, possa colpirci. La nostra idea di libertà è legata inevitabilmente ai nostri comodi e ai piaceri terreni.


Astrologia: nessuno ci crede ma tutti ne parlano


Perché il green pass non viene richiesto su aerei, treni, bus e metropolitana? Ma solo in luoghi di divertimento? Torniamo sul vecchio quesito: il virus è nocivo per divertirsi ma non per andare a lavorare? Ovviamente non è così, ma i ben pensanti sanno bene quali sono i nostri nervi scoperti. Una strategia perfetta! Sarebbe interessante fare un test: “obbligo di green pass per prendere i mezzi pubblici”. State pur certi, che in questo caso, l’italiano mostrerebbe tutto il suo finto moralismo, non in difesa di un ideale, ma solo perché si prospetta l’occasione di poter avere una scusa “pubblicamente riconosciuta” (Giove), per rimanere nella comfort zone. Chiaro che questo discorso non colpisce tutti, anzi colgo l’occasione per dare il mio sostegno morale a tutti quegli imprenditori che faticano per la causa sanitaria in essere. Ma la politica muove le fila sul “consumatore” e tutti, imprenditori o no, lo siamo.


Mario Draghi e i valori Vergine: timore della morte


Mario Draghi, il green pass e la paura della morte

Per concludere non posso non citare il nostro Presidente del Consiglio: Mario Draghi. Ancora una volta, sempre per i superstiziosi, troviamo la matrice comportamentale che fa il suo dovere. La Vergine teme più di ogni altro segno la morte e non mi stupiscono affatto alcune sue parole in risposta indiretta a Salvini: “L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire, o a far morire!” Ecco il simbolismo vergineo! Mario Draghi, che nel suo tema natale vanta un accumulo di pianeti nel sesto segno zodiacale, tra cui il Sole, è spinto dal forte impulso di allontanare la morte. Quindi per cui, se esiste la minaccia di un eventuale trapasso, state pur certi che il Presidente si batterà con ardore. Nota di servizio: ti spingono indirettamente all’obbligatorietà del vaccino, ma devi firmare la liberatoria sollevando tutti gli organi competenti da ogni responsabilità. È comoda, caro Giove…