L’Hanami: lo spettacolo giapponese dei ciliegi in fiore

0
715

Siamo ormai prossimi alla primavera e in Giappone, come ogni anno, si ripete una tradizione che attira moltissimi visitatori da tutto il mondo. Nel mese di marzo avrà luogo il famoso Hanami, ovvero la festa dei ciliegi in fiore.

La parola “Hanami” letteralmente significa “ammirare i fiori”, in questo caso il fiore per eccellenza che viene ammirato è il fiore di ciliegio, in giapponese “Sakura”.

Il Sakura, il delicato fiore giapponese

LA STORIA 

La città che da le origini ai ciliegi giapponesi si chiama Yoshino. La leggenda narra che un sacerdote, En-no- Ozuno nel VII secolo d.C. piantò gli alberi poi lanciò una maledizione contro chiunque avesse osato abbatterli. Non è noto come siano andate le vicende, fatto sta che da quegli antichi alberi piantati nacquero centinai di ibridi da cui deriva anche la varietà giapponese per eccellenza, il Sakura.

LA MORALE

Come spesso accade nelle ricorrenze orientali, anche in questo caso troviamo una nota mistica. Il Sakura diventa una metafora nel Buddismo, soprattutto quello zen, perché sboccia in modo appariscente, ma dura solo pochi giorni ricordando così la natura effimera delle cose. 

In particolare il Sakura viene accostato alla figura del Samurai. Come il fiore di ciliegio grazie a piccoli fiorellini che messi insieme danno vita ad uno spettacolo fantastico, così i Samurai erano persone modeste presi singolarmente, ma micidiali guerrieri insieme. Allo stesso modo come i Sakura vedono spazzarsi via un’intera fioritura con una folata di vento ma poi rifioriscono ogni anno, così i Samurai erano addestrati a dare il massimo impegno senza aver paura della morte.

LA TRADIZIONE

Il periodo dell’Hanami attira moltissimi turisti da tutto il mondo e i giapponesi stessi si trovano a fare vere e proprie migrazioni su e giù per il paese visitando i luoghi migliori dove poter assistere allo spettacolo della fioritura dei ciliegi. 

Esistono vere e proprie previsioni come quelle meteorologiche, per sapere dove e quando inizia la fioritura e approssimativamente quanto dura.

La festa consiste nell’ammirare i Sakura in fiore nei tanti parchi sparsi per il paese degustando specifici picnic. I parchi vengono invasi da i più svariati teli impermeabili azzurro-blu e vengono cucinate prelibatezze che hanno a che fare con la festa dei ciliegi come gli Hanami-Dango e altre bevande, gelati, dolci al gusto di Sakura, oppure vengono usati i Sakura sotto sale che si usano anche per aromatizzare gli alimenti con per esempio l’immancabile tè.

Tutto per festeggiare al meglio questo fiore, che grazie alla sua delicatezza ma brevità di esistenza, per i giapponesi rappresenta la fragilità ma anche la bellezza grazie a una rinascita ciclica.

I LUOGHI

Si può iniziare ad ammirare lo spettacolo dell’Hanami partendo dalla città di Naha sull’isola di Okinawa, qui i ciliegi iniziano la fioritura già a inizio febbraio. Poi si prosegue in tutto il paese per il mese di marzo- aprile terminando nell’isola più a nord come Sapporo dove la fioritura dei Sakura avviene ad inizio maggio.

Tra le località più famose è d’obbligo citare il parco di Ueno a Tokyo.

Anche al Shinjuku-Gyoen National Garden si teneva uno degli hanami party più belli del Giappone, quest’anno però questa festa non ci sarà perché il governo ha dovuto cancellare l’evento a causa di motivi politici interni.

Sicuramente spettacolare e mistico sarà osservare la macchia rosa dei ciliegi che cresce proprio ai piedi del famoso monte Fuji.

Per chi fosse in zona Kyoto può ammirare i Sakura nei vari templi, e nel parco di Maruyama, il più spettacolare però è sicuramente all’interno del parco del famoso Kinkaku-Ji, più noto come padiglione d’oro.

Spostandoci un pochino, da menzionare sicuramente anche la prefettura di Nara, dove oltre ai ciliegi è facile imbattersi nei cervi sacri che vivono in questa zona. 

Altra meta imperdibile è il castello di Hirosaki che nel suo parco ospita una varietà di cinquemila ciliegi, offrendo ai visitatori uno spettacolo senza pari.

Da non dimenticare che la festa dell’Hanami è spettacolare di giorno quanto di notte dove vengono illuminati in modo sapiente questi capolavori naturali. Assolutamente imperdibile da immortalare con la macchina fotografica lo spettacolo delle migliaia di lanterne accese che pendono dai rami di sakura, come avviene nell’Hanami notturno di Okinawa.

Il periodo primaverile è sicuramente da tenere in considerazione per chi volesse visitare l’affascinante paese del sol levante per poter assistere ad uno degli spettacoli naturali più suggestivi e mistici al mondo, uno di quei momenti che rimarranno indelebili nella memoria.

Commenti