“Lewis ha commesso un grosso errore a non venire alla mia inaugurazione”, così afferma Trump

Il presidente Donald Trump ha affermato che John Lewis potrebbe avere avuto una vita" impressionante", ma ha commesso un grosso errore a non venire alla sua inaugurazione.

0
245
Lewis ha commesso un grosso errore a non venire alla mia inaugurazione
Donald Trump e John Lewis.

Durante un’intervista ad per Axios, il presidente Trump ha affermato: “Lewis ha commesso un grosso errore a non venire alla mia inaugurazione”.

“Lewis ha commesso un grosso errore a non venire alla mia inaugurazione”

Durante un’intervista per Axios, è stato chiesto a Donald Trump cosa ne pensasse del defunto rappresentante al Congresso John Lewis.

Lewis è morto il mese scorso. Era il primo legislatore nero in Campidoglio nella storia della nazione. Era anche uno dei Freedom Riders, nonché il più giovane oratore alla marcia su Washington DC del 1963, con Martin Luther King.

L’intervistatore Axios Jonathan Swan ha quindi chiesto al Presidente come secondo lui la Storia ricorderà Lewis. Trumo ha risposto: “Non lo so. Non conoscevo John Lewis. Aveva scelto di non venire alla mia inaugurazione. In realtà non ho mai incontrato John Lewis. Credo di non averlo mai incontrato”.

Inoltre, il tycoon ha aggiunto di non poter dire in un modo o nell’altro se ha trovato la vita di Lewis “impressionante“. Ha infatti asserito: “Trovo molte persone impressionanti. Trovo che molte persone non siano impressionanti”. Il Presidente ha continuato dicendo: “Non è venuto alla mia inaugurazione. Non è venuto ai miei discorsi allo Stato d’Unione. E va bene, questo era un suo diritto. Ma ancora una volta sottolineo: nessuno ha fatto più per i neri americani di me. Sarebbe dovuto venire ad ascoltarmi. Penso che abbia fatto un grosso errore”.

Infatti, il defunto legislatore Lewis non era andato al discorso dello Stato d’Unione del presidente Trump, né alla sua inaugurazione. Lewis aveva affermato di non credere che Trump fosse un “presidente legittimo“. Inoltre, aveva asserito che i russi hanno partecipato nell’aiutare quest’uomo ad essere eletto.


Il ricordo a John Lewis di Bush, Clinton e Obama


Altre affermazioni di Trump su Lewis

Il conduttore Swan ha insistito nel chiedere a Trump se trovasse impressionante la storia di Lewis. Trump ha risposto che il deputato era una persona che dedicava molta energia e cuore nei diritti civili, ma c’erano anche molti altri meglio di lui.

Swan gli ha poi chiesto cosa ne pensasse del rinominare il ponte Edmund Pettus, il ponte della marcia del ’65 ribattezzata Bloody Sunday a nome di Lewis. Qui l’allora attivista aveva subito un grave infortunio, la frattura del cranio. Il Presidente ha risposto che non avrebbe nessuna obiezione per questo.

Commenti