Letterature a confronto: Europa vs Stati Uniti d’America

La letteratura europea e quella statunitense sono collegate, ma ha senso paragonarle?

0
251
letterature a confronto

Conoscere la letteratura a volte può rivelarsi più utile di quanto si possa credere. Prendiamo per esempio Plauto. Le sue opere sono testimonianza di un latino più colloquiale, vicino a quello parlato durante la sua epoca. Possiamo anche citare Cicerone. Le sue “Lettere ai familiari” sono fondamentali per conoscere meglio quel dato periodo storico. Anche le stesse correnti letterarie sono importanti. Esse infatti sono figlie della loro epoca. Sono lo specchio delle ideologie e dei pensieri di un vasto gruppo di persone. Alcune volte poi viene spontaneo fare paragoni. Ha senso però porre due o più letterature a confronto?

È giusto paragonare la letteratura europea a quella statunitense?

Non è facile trovare una risposta a questa domanda. Forse non ne esiste una corretta. Verrebbe da dire: sì e no. Se per paragone si intende un tentativo comprendere le differenze e le somiglianze tra le due letterature, allora ciò è più che lecito. Se invece è solo un modo per ricercare una presunta superiorità dell’una sull’altra, ciò è meglio evitare. È giusto ricordare, prima di mettere queste due letterature a confronto, che sono in un certo senso collegate. Molti temi della storia della letteratura statunitense sono ripresi da quella europea. Negli ultimi anni si è poi potuto notare un’inversione di rotta, da questo punto di vista. Cerchiamo però di studiarle più nel dettaglio.

Letterature a confronto: USA

La letteratura statunitense è molto recente. Questo punto già la differenzia da quella europea. Soprattutto la storia letteraria statunitense ha avuto origine durante il periodo coloniale. Cosa significa ciò? Che i primi autori erano coloni europei. Non a caso le prime opere sono legate al filone della “Captivity narrative“. In questi racconti i coloni descrivevano i loro giorni di prigionia in mano alle popolazioni autoctone. Il primo libro pubblicato in America è del 1608. Per il primo romanzo invece si deve attendere il 1790. Agli inizi, i vari autori statunitensi cercano di distaccarsi dalla letteratura inglese. È crescente il desiderio di crearsi una propria identità letteraria. Ciò avviene solo in parte. Infatti le letterature inglese ed europea continueranno a influire su quella statunitense. Questo si nota in particolare nel periodo romantico (1810-1865). A esso seguirà il periodo realista (1865-1950).

Letterature a confronto: Europa

La storia della letteratura europea è molto antica invece. Contrariamente a quella statunitense, infatti, ha alla base millenni di vita. Molti testi sono poi andati perduti durante i secoli. Altri ci sono giunti frammentati o incompleti. Moltissimi non rispettano quella che in filologia è chiamata “Volontà dell’autore“. Altri ancora li conosciamo solo per tradizione indiretta. Va poi tenuto conto che l’Europa non è un Paese. È un insieme di Stati, ognuno con la propria storia e la propria letteratura. Quella europea non ne è che la somma. Si potrebbe considerare quasi una sovracategoria delle letterature nazionali.

La cultura letteraria in Europa e negli USA

In una recente intervista, la critica Lauren Oyler ha parlato della differenza tra la cultura letteraria in Europa e negli USA. Oyler a un certo punto afferma: “Negli USA puoi frequentare le scuole private e non ricavarne nulla. […] Ci sono molte persone intelligenti, ma la nostra industria editoriale non va loro incontro“. Aggiunge poi che spesso ciò è dovuto a un atteggiamento paternalistico. Sull’Europa invece racconta: “È più facile essere circondati da persone che hanno letto libri seri di letteratura e filosofia“. In effetti, fin da piccoli veniamo avvicinati ai classici della letteratura. Questo però può portare a un atteggiamento di snobismo letterario. Chi è lo snob letterario? È colui che giudica gli altri in base alle loro letture, ritenendosi superiore. E questo atteggiamento invece di avvicinare le persone alla lettura, le allontana.



Commenti