Lethal Weapon: da stasera su Italia 1 al via la seconda stagione della serie tv su “Arma letale”

0
508
Riprende il via stasera in Italia LETHAL WEAPON con la sua seconda stagione, composta stavolta da 22 episodi a differenza dei 18 del primo ciclo di puntate. La serie, statunitense, è in corso dal 2016, ed in patria è trasmessa sulla rete Fox, mentre in Italia va in onda in prima visione su Italia 1.
Il serial, ideato per il piccolo schermo da Matt Miller, è la trasposizione televisiva del cult cinematografico Arma Letale (film di Richard Donner del 1987, trasformatosi poi in una fortunatissima saga composta da ben 4 film, tutti memorabili). È perciò una buddy-cop serie che, così come i film, mixa bene azione e commedia, grazie all’ottima intesa tra i due detective colleghi protagonisti.
Ambientata a Los Angeles, segue le vicende (casi lavorativi e vita privata) di Martin Riggs (detective istintivo e spericolato) e Roger Murtaugh (detective tranquillo ormai veterano del mestiere nonché padre di famiglia), coppia appena formata forzatamente, che spariglierà il crimine in modo inusuale, causando danni a non finire. Murtaugh avrà il quasi impossibile compito di placare l’esuberante carattere del da poco vedovo Riggs, sprezzante del pericolo in quanto convinto di aver ormai poco o nulla da chiedere alla vita, volendola quindi sfrontatamente metterla a rischio in ogni occasione. I due, nonostante siano molto diversi, riusciranno comunque a trovare dei punti d’incontro e a diventare addirittura amici, oltre che ad assortirsi come una perfetta coppia di partner.
Dopo una discreta prima stagione, Lethal Weapon ha strappato il rinnovo per la seconda, attualmente ancora in onda negli Stati Uniti, mentre ancora nulla si sa su un’eventuale terza. La serie, senza troppo essere accostata alla celebre saga di film per evitare paragoni impari, è stata promossa, la si può considerare buona, la coppia sostanzialmente funziona e il tutto segue la falsariga delle pellicole cinematografiche. D’altronde quando si replica in televisione un successo cinematografico, già il fatto di non deludere gli spettatori e soprattutto i fan esigenti dei film è una vittoria, e questo gli va dato merito.
I due personaggi protagonisti sono interpretati da: Clayne Crawford, il quale interpreta il personaggio di Martin Riggs in modo credibile, ben sviluppandolo e quindi risultando promosso (certo recitare nel ruolo che al cinema fu di Mel Gibson è assai arduo, e un parallelo fra i due sarebbe crudele, ma Gibson rientra tra le star di Hollywood quindi è comprensibile); e Damon Wayans (In Living Color, Tutto in famiglia), così così nei panni di Roger Murtaugh, si impegna a raccogliere la pesante eredità del ruolo che in sala fu di Danny Glover (altro attore mostro sacro), anzi ci prova eccome, però la sua “faccia da comedy” non convince sempre del tutto in situazioni  drammatiche (in cui la sua recitazione pare quasi forzata); mentre il resto del cast è composto da Jordana Brewster (nota soprattutto per la saga Fast & Furious, qui nel ruolo della psicologa del dipartimento di polizia), Jevin Rahm, Keesha Sharp e Johnathan Fernandez, tutti interpreti di personaggi abbastanza di contorno alla storia. Infine aspettiamo con trepidazione come sarà sviluppato il personaggio del buffo Leo Getz (appena visto di sfuggita nella parte finale della prima stagione, qui interpretato da Thomas Lennon, mentre al cinema il ruolo fu del mitico Joe Pesci).
Chi ha amato i film deve vedere e concedere una possibilità a questa serie che da stasera tornerà ad accompagnarci. Chiaro che per confronto le pellicole sono inarrivabili, però Lethal Weapon rievoca comunque un piacevole ricordo del passato.
Commenti