“L’eleganza del mito”: la mostra delle Ferrari di Gianni Agnelli

0
410
L’eleganza del mito

“L’eleganza del mito” è il titolo della mostra virtuale che mette in mostra il rapporto tra Ferrari e Gianni Agnelli. Sebbene quest’ultimo fu una figura storica della Fiat, l’esposizione da a comprendere lo stretto rapporto fra l’avvocato e l’amato cavallino rosso.

Che cosa tratta “L’eleganza del mito”?

Ieri, cadeva la ricorrenza del giorno del centenario della nascita di Gianni Agnelli. E, proprio per questo morivo, la mostra ha preso virtualmente luogo. Ciò per mostrare lo stretto rapporto tra la Ferrari e l’avvocato Gianni Agnelli. Quest’ultimo, figura storica e personaggio stimato della casa automobilistica Fiat. La mostra è chiaramente digitale, ma è altrettanto gratuita. Questa, ripercorre i modelli fuoriserie realizzate da Ferrari, ma personalizzate con la collaborazione di Agnelli. Ogni giorno fino ad aprile, verranno realizzati due tour della durata di circa 30 minuti. Si parte quindi dalla Ferrari 166 MM che, l’avvocato amava chiamarla “barchetta.” Alla mostra l’eleganza del mito, si prosegue poi con la Ferrari 212 Inter, risalente all’anno 1952. Arriviamo quindi al coupé 375 America del 1955. Agnelli fece realizzare per tale modello, un prezioso cronografo, posizionato al centro del tunnel.

Ferrari Roma Wheelsandmore, 700 CV e cerchi da paura

I modelli firmati Gianni Agnelli ed Enzo Ferrari

Proseguendo il tour virtuale dell’eleganza del mito, incontreremo la Ferrari 400 Superamerica. Questa diede, di fatto, un nuovo stile alla Granturismo Ferrari. La Berlinetta 365 P Speciale del 1966 fu proposta in due prototipi. Quello di Agnelli si distingue per la livrea color argento e la modanatura nera. Nel 1986 l’avvocato, commissiono una Spider Testarossa. Il bianco magnolia caratterizzava la capotte ed il colore blu tutti gli interni. Nel 1989, invece, commissionò la F40. Questa si distingue per la frizione elettronica Valeo ed il sedili in tessuto nero. Sulla base della 360 Spider, nel 2000, Agnelli volle osare di più. Una barchetta con la livrea grigio argento con toni blu. Fu poi donata come regalo di nozze a Montezemolo. Si conclude con la monoposto Forula 1 del 2003. Di fatto un omaggio dedicato alla scomparsa di Gianni Agnelli, avvenuta il 24 febbraio.