Legge anti-Navalny: UE chiede alla Russia di abrogarla

Putin firma una legge che vieta agli oppositori di presentarsi alle elezioni

0
480
Legge anti-Navalny

Ieri, nel giorno del compleanno dell’oppositore Aleksej Navalny, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato una legge che vieta a chi aderisce alle organizzazioni “estremiste” di partecipare alle elezioni. Tale misura è definita dagli oppositori un mezzo per neutralizzare candidati “scomodi”, prima delle elezioni legislative di settembre. L’UE esorta le autorità russe ad abrogare la legge soprannominata anti-Navalny.

Cos’è la legge anti-Navalny?

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato una legge che di fatto vieta agli oppositori di partecipare alle elezioni legislative di settembre. Ieri, nel giorno del compleanno di Aleksej Navalny, Putin ha promulgato una legge che rende impossibile alle associazioni, organizzazioni e partiti definiti “estremisti” di correre in qualsiasi tornata elettorale. Il provvedimento mira a interdire dai tre ai cinque anni anche le singole persone associate in qualche modo alle organizzazioni, come collaboratori, militanti o donatori. La regola varrà in maniera retroattiva per chiunque sia stato legato negli ultimi tre anni a queste organizzazioni.  La legge è stata approvata dalla Duma a fine maggio e dal Senato il 2 giugno.

Perché è soprannominata legge anti-Navalny?

La legge è stata ribattezzata legge anti-Navalny in quanto il tempismo fa presumere che sia stata una mossa studiata appositamente per togliere qualsiasi aspirazione a Navalny e ai suoi sostenitori in vista delle elezioni di settembre. L’organizzazione di Navalny è oggetto di un’indagine delle autorità giudiziarie. In questi giorni potrebbe essere definita come “estremista”. Uno stretto alleato di Navalny residente in Lituania, Leonid Volkov, ha affermato che Putin abbia intenzionalmente firmato la legge nel giorno del compleanno di Navalny.

UE chiede l’abrogazione della legge

Il portavoce del servizio di Azione esterna della UE ha affermato che l’Unione europea ha chiesto alle autorità russe di abrogare la legge anti-Navalny. L’UE ha anche esortato Mosca ad adeguare la legislazione russa agli impegni assunti ai sensi del diritto europeo e internazionale sui diritti umani.


Leggi anche: Duma: alleati di Navalny potrebbero essere esclusi dalle elezioni

Navalny deve affrontare 3 nuove indagini penali

Alexei Navalny: l’uomo che tiene testa a Putin