Lega Calcio e Rai hanno tolto la “Serie A” agli italiani nel mondo?

0
364
Lega Calcio

La Rai sarà costretta a chiudere un programma da oltre cinquanta milioni di spettatori? Diventa un caso politico la minaccia di chiusura de “La giostra del gol“: trasmissione curata da Fabrizio Failla, di cui vanta una storia lunghissima essendo nata nel 1977 (appena sette anni dopo Novantesimo Minuto) e ogni domenica porta nelle case degli italiani che vivono ovunque nel mondo le immagini e il racconto del campionato di Serie A.

L’appello di Gente D’Italia

“Lega Calcio e Rai hanno tolto la Serie A a tutti noi italiani che viviamo all’estero. E qui non lanciamo un appello. Sicuri di parlare a nome di milioni di connazionali, figli o nipoti di italiani, la cui vita si svolge lontano dall’Italia. Vogliamo solo vedere se i 18 tra senatori e deputati eletti nelle circoscrizioni estero, presenzialisti e assenteisti non fa differenza, tanto tutti prendono un lauto stipendio (da coloro che parlano spesso e fanno anche qualcosa, ogni tanto, a chi non si fa mai sentire) per una volta alzeranno tutti assieme (a prescindere dal partito) la voce a difesa dei diritti dei connazionali che per forza o per scelta sono sparsi in tutti i continenti”. A dirlo è Roberto Zanni, attraverso un articolo pubblicato da Gente d’Italia, quotidiano che si occupa di italiani nel mondo.


Federcalcio guineana: strani movimenti ai vertici


L’interrogazione parlamentare

Nelle scorse ore, è arrivata l’interrogazione parlamentare del senatore di Fratelli d’Italia, Patrizio Giacomo La Pietra, al presidente del Consiglio, Mario Draghi. La Pietra chiede di sapere se “Il presidente è a conoscenza del rischio di chiusura di una trasmissione televisiva calcistica storica, La Giostra dei gol appunto, dal servizio pubblico radiotelevisivo all’estero e se non consideri opportuno adottare ogni iniziativa volta a tutelare la prosecuzione di tale esperienza che appartiene al patrimonio culturale e afferisce alla coscienza collettiva e alla preservazione con la Nazione di appartenenza da parte di una vastissima comunità di connazionali italiani nel mondo”.


Super lega di calcio: un flop anche in rete