L’ecosistema europeo della sicurezza nell’area Mena – Workshop on “International cooperation in the Fight

0
408
L’ecosistema europeo

L’ecosistema europeo della sicurezza nell’area MENA – Mena – Workshop on “International cooperation in the Fight Against Terrorism: Judicial and Police Aspects

Nel solco delle priorità individuate l’ecosistema europeo e della Strategia di Sicurezza dell’Unione europea, al fine di creare un “forte ecosistema europeo della sicurezza”, si inserisce un costante dialogo di rilevanza strategica tra l’Italia, i Paesi membri dell’UE e i Paesi dell’area MENA (Medio Oriente e Nord Africa). In sinergia con il Servizio relazioni internazionali dell’Ufficio per il Coordinamento e la Pianificazione delle Forze di polizia, nella prestigiosa cornice della Scuola di Perfezionamento per le Forze di polizia, si è concluso un importante seminario della durata di due giorni organizzato dal progetto CT-MENA, finanziato dall’Unione europea, per il supporto della cooperazione in materia di antiterrorismo con tale area geografica.

Gruppo Sportivo Fiamme ORO ricevuto al Viminale dal Capo della Polizia

La polizia di Hong Kong arresta tre membri del gruppo di sostegno ai prigionieri…

In apertura della prima giornata di lavoro, dedicata alla cooperazione giudiziaria sui reati transnazionali, il Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Federico Cafiero De Raho ha illustrato le attività della Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, quale best practice e unicum nel panorama degli organi giudiziari europei per la sua capacità di coordinamento delle diverse Procure Distrettuali sulle indagini inerenti il contrasto al terrorismo interno e internazionale.

Operazione “LAMPETRA”: altro colpo alla ‘Ndrangheta arrestate 19 persone

Polizia di Stato e il Corpo della Gendarmeria Vaticana hanno onorato Santo Patrono San…

Caserma della Polizia di Lungarno della Zecca Vecchia: Intitolata a Fausto Dionisi

In tale contesto, è da considerarsi fondamentale l’analisi dei flussi informativi antiterrorismo che la Direzione Nazionale Antimafia riceve dall’Italia e dall’estero, tra cui rilevano le segnalazioni di operazioni finanziarie sospette della Banca d’Italia e i dati provenienti dalle Financial Intelligence Units presenti nella maggior parte dei Paesi.

I lavori del secondo giorno sono stati aperti dal Pref. Maria Teresa Sempreviva, Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza preposto all’attività di Coordinamento e Pianificazione delle Forze di Polizia, che ha posto l’accento sul Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo, costituito presso la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione del Dipartimento di P.S. con il compito “di favorire la condivisione, la circolazione, la valutazione e la quantificazione delle informazioni relative a minacce terroristiche interne ed esterne tra le Forze di polizia italiane”.