“Che cos’è per te la Verità?”  “Quella cosa che ti fa dormire la notte”.

È con questa domanda che Stefano Labbia, giovane autore classe 1984, dà la sua definizione di verità. Un concetto per lui fondamentale.

Impegnato nel sociale, con la voglia di dare il suo contributo al mondo cinematografico, Stefano descrive sé stesso con modestia e semplicità non trascurando mai il suo desiderio di partecipazione al mondo artistico.

La sua ultima pubblicazione “VIVO!” uscita nel 2019 è la sua terza raccolta di poesie o, come l’ha definita lui stesso, una “Raccolta mixata” di due lavori “IL RIFUGIO SOMMERSO” ed “IL SEGRETO DI VIVERE”. Amore, Vita e Satira Politica, sono i tre argomenti trattati nell’opera; ognuno analizzato con molta attenzione attraverso la verità, individuale o collettiva che sia.

Il concetto di amore si fa largo tra le righe come qualcosa che deve prescindere dall’altro, deve essere prima di tutto un modo per legarsi a noi in prima persona ed impegnarsi a rispettarsi per poi abbracciare il concetto di “insieme”. Ed è da questa forma di rispetto che si ramifica il nostro percorso con gli altri; amanti, amici, figli. Gli stessi che fanno parte della nostra vita, di un percorso di crescita personale in cui ci si può far male a causa, o per, la possibilità di mettersi in gioco e di fare il tutto per tutto, non lasciandosi niente alle spalle. La vita come insegnamento, come un arricchimento che, anche davanti ad un’apparente sconfitta ci regala solo l’opportunità di poter imparare qualcosa. Ed infine, la consapevolezza che aiuta a scoprire i propri difetti ed evidenziarli anche grazie ad un po’ di ironia, un po’ di leggerezza. Vita e Amore che si incrociano in un mondo in cui è sempre più difficile non lasciarsi svilire dal disinteresse comune, o dall’interesse opportunistico, argomenti trattati ampiamente attraverso la Satira Politica o meglio, Sociale, come specifica l’autore.

Tutto descritto attraverso la poesia, che sposa una profondità di linguaggio adatta al contrasto dato dalla delicatezza ed irriverenza degli argomenti.

L’ impegno sociale

Oltre ad aver pubblicato raccolte di poesie, romanzi, scritto recensioni e collaborazioni per serie tv, Stefano e numerosi disegnatori provenienti da tutto il mondo, hanno dato vita ad una delle sue amate grafic novel “Super Santa for peace”, una contributo ancora in attivo e di enorme importanza.

Il progetto nasce dalla voglia di voler intervenire, in momento storico-sociale di grande difficoltà, cercando aiutare le vittime del terremoto nel 2017 in Messico, devolvendo il ricavato di questo enorme lavoro in beneficenza.

Ma l’impegno nel sociale non si ferma qui; decide di bussare alle porte delle scuole per coinvolgere gli studenti in un altro progetto con il medesimo intento, la beneficenza.

Un percorso ricco di sorprese e coerenza

Come ogni percorso lavorativo e personale, il mondo dell’arte richiede un grande processo introspettivo che, a volte, porta all’allontanamento momentaneo dalla “scena”. Nel 2016, infatti, Stefano decide di guardarsi intorno e sperimentare altre vie, senza mai abbandonare definitivamente la penna. Ma, come dice lui stesso “più allontani una cosa e più lei torna”. Questo anno, infatti, si rivelò ricco di idee pronte a prendere vita sulla carta. Alcune di queste si sono trasformate in pubblicazioni, altre sono tutt’ora in attesa di essere rielaborate.

Tanti i progetti futuri che viaggiano insieme a lui tra Roma e Londra, città in cui ha deciso di aprire in società una casa di produzione. Collaborazioni teatrali, coinvolgere i più piccoli, creare una sorta di festival della poesia in collaborazione con le case editrici. Difficile riuscire a conciliare tutti i suoi impegni, ma la dedizione per il suo lavoro è assoluta.

Stefano Labbia


Coerente nel tragitto da lui delineato, anche in merito alla scelta dei suoi collaboratori, Stefano non perde d’occhio l’obiettivo finale: Riuscire a dire tutto quello che vuole dire sfruttando la scorrevolezza delle parole senza oscurarne mai la veridicità.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here