Le statue che nel mondo hanno indossato la mascherina

0
348

La pandemia ha cambiato le nostre abitudini in maniera radicale, fra le novità attribuite ad essa troviamo l’uso della mascherina. Sono ancora molti i soggetti che continuano a trasgredire tale regola, un invito ad indossarle viene dalle statue più’ famose del mondo. Da Wall Street fino a Bangkok le statue che abbiamo amato e ammirato ci danno un importantissima lezione di vita: indossare la mascherina ci protegge dalla diffusione del Covid-19.

Tra le piu’ famose possiamo citare la statua di Cristo a Rio de Jainero che indossava una maschera proiettata sul viso con un messaggio chiaro e semplice: #MascaraSalva (che si traduce in la maschera salva).

E’ un urlo di dolore quello che proviene da queste città. Aderiscono al progetto per sensibilizzare la popolazione sull’importanza che comporta indossare una semplice accessorio.

Wat Pho a Bangkok

La più grande rappresentazione di Buddha, in Thailandia, ha deciso di dare il buon esempio alla sua popolazione indossano la mascherina.

Cristo Redentore a Rio de Jainero

Nel giro di pochissimi giorni, il Brasile si è trasformato nell’epicentro del Covid-19 nel Sud America. Il messaggio infatti parte proprio dalla capitale, proiettando sulla statua del Cristo Redentore la mascherina e una piccola frase di salvezza e speranza.

Le statue dorate del Trocadero a Parigi

Le statue dorate che fiancheggiano il Trocadéro di Parigi indossano maschere mentre si occupano della Torre Eiffel. Le otto figure d’oro sono attribuite a diversi scultori e rappresentano i Diritti dell’Uomo, un riferimento al documento del 1789 che delineava le libertà cui gli esseri umani hanno diritto. Come dicono i francesi: Liberté.

La statua di Freddie Mercury a Montreux


We will rock you, come diceva in una delle sue canzoni. Nonostante i suoi famosi baffi oscurati, il defunto frontman dei Queen Freddie Mercury è inconfondibile in questa statua di Montreux, in Svizzera. Anche la sua voce risulta essere unica e può essere ascoltata da tutti: resta a casa.

Monumento das Bandeiras a Sao Paulo

Commissionato nel 1921 e completato nel 1954, il Monumento das Bandeiras (Monumento alle bandiere) è stato creato dallo scultore Victor Brecheret per commemorare la colonizzazione del Brasile nel 17 ° secolo e si trova all’ingresso del Parco Ibirapuera a San Paolo. Con più di 50 piedi di altezza, le figure delle statue non possono chiaramente praticare le regole del distanziamento sociale e per ciò i cittadini li hanno aiutati a proteggersi e stare al sicuro.

Leggi anche: L’arte e l’amore nella street art ai tempi del Coronavirus: “Il bacio” di Hayez

“Forever Marylin” in Maryland

Anche la famosissima statua dell’attrice Marylin Monroe si protegge dal Coronavirus. Non si può più evitare il problema, la statua intitolata “Forever Marylin” di Seward Johnson si unisce al coro.

La statua di Bruce Lee a Mostar

Nella città di Mostar in Bosnia ed Erzegovina, la statua della leggenda delle arti marziali Bruce Lee (dello scultore croato Ivan Fijolić) si mostra armata con una maschera e un guanto chirurgico. La figlia di Lee, Shannon, ha ringraziato i cittadini della Bosnia per l’omaggio a suo padre, scrivendo su Instagram: “Un buon artista marziale non è teso, ma pronto!” Ha anche aggiunto, “Ora se solo i nunchucks lavorassero nella lotta contro Covid !!

Statua di Rosa Parks a Dallas

Nella lotta contro il Coronavirus, si è unita anche la statua commemorativa di Rosa Parks, l’icona dei diritti civili. La statua che onora Parks alla fermata dell’autobus rivela anch’essa speranza e fede.

Statua di Tony Bennett a San Francisco

La statua di Tony Bennett si unisce all’urlo delle città, caratterizzandosi con una mascherina dai colori sgargianti. Il 25 aprile, i residenti della città si sono uniti al cantante per un canto virtuale “I left my heart in San Francisco” come tributo ai lavoratori in prima linea.

Commenti