Diabolik sono io – Locandina

Nuova settimana e nuove uscite interessanti al cinema! Lunedì e martedì saranno due giornate dedicate ai documentari. Gli amanti del ladro dagli occhi di ghiaccio non potranno lasciarsi sfuggire Diabolik sono io. Scritto da Mario Gomboli e Giancarlo Soldi, il docu – film si basa su rari materiali d’archivio del Re del Terrore ideato dalle sorelle Giussani. Inoltre, si racconta anche un mistero, una leggenda, attorno al primo disegnatore di Diabolik, che, dopo aver consegnato i disegni del primo albo, è sparito nel nulla e non se ne ha più traccia. Nei cinema solo l’11, 12 e 13 marzo. Dalla Francia, arriva il documentario del 2017 Nessun’uomo è un’isola, diretto da Dominique Marchais. Un viaggio per l’Europa a raccontare utopie realizzate da uomini e donne che lavorano con costanza per far vivere lo spirito della democrazia.

Molto atteso è l’horror Escape Room di Adam Robitel, già regista di Insidious 4: L’ultima chiave e Paranormal Activity 5. Questa volta, il regista si discosta da saghe cinematografiche, per altro non di sua invenzione, e si cimenta su di una storia originale che, molto probabilmente, sarà l’inizio di una nuova saga. Il claustrofobico Escape Room riuscirà a spodestare un film della omonima Top Ten?

https://www.periodicodaily.com/i-film-claustrofobici-la-top-ten-da-non-perdere/

Escape Room – Locandina

Al polo opposto, ecco una avventura da vivere in famiglia e che conquisterà gli amanti dei migliori amici dell’uomo: Un Viaggio a Quattro Zampe. Diretto da Charles Martin Smith e interpretato da Bryce Dallas Howard (Lady in the Water, The Village, Jurassic World) e Ashley Judd (Divergent, I sublimi segreti delle Ya – Ya sisters), il film racconta le avventure del dolce cane Bella e del suo epico viaggio per ritornare dal suo amato padrone.

Boy Erased – Locandina

Ben quattro i film drammatici tra cui scegliere. Sul filone della biografia vi sono Boy Erased – Vite cancellate e La promessa dell’alba. Il primo, interpretato dai premi Oscar Nicole Kidman e Russell Crowe, racconta il percorso del giovane Jared, figlio di un pastore battista di una piccola città dell’America rurale, che all’età di diciannove anni ha deciso di aprirsi con i suoi genitori e dichiarare la propria omosessualità. La promessa dell’alba, invece, si incentra sul rapporto tra lo scrittore francese Romain Gary e la possessiva e ambiziosa madre Nina, la quale crede che il figlio sia destinato a grandi imprese e prende ogni decisione, in funzione di tale aspettativa. Molto interessante anche Il coraggio della verità di George Tillman Jr., incentrato sulla giovane Starr Carter (Amandla Stenberg). Starr abita in un quartiere di colore, territorio di schermaglie tra gang, ma, per volere materno, frequenta una prestigiosa scuola al di fuori del quartiere. La ragazza, quindi, è come se vivesse una doppia vita e questo delicato equilibrio si rompe quando Starr assiste all’uccisione di Khalil, il suo migliore amico, per mano della polizia. L’elenco dei film drammatici si chiude con l’atteso Sofia, una co – produzione tra Francia, Qatar e Belgio. Premiato a Cannes per la miglior sceneggiatura, la pellicola dell’esordiente Meryem Benm’Barek, marocchina cresciuta in Belgio, racconta della giovane Sofia e di una segreta e illegale gravidanza nel Marocco contemporaneo.

La notte è piccola per noi – Locandina

Il cinema italiano si difende con tre uscite. La notte è piccola per noi – Director’s Cut, diretto da Gianfrancesco Lazotti e interpretato da Cristiana Capotondi, Tommaso Lazotti, Teresa Mannino, Michela Andreozzi e Francesca Antonelli, è un omaggio a Ballando Ballando di Ettore Scola. Film corale, ambientato in una sala da ballo, tocca più personaggi e più vite che, inevitabilmente, si intrecceranno in un apparentemente banale sabato sera. Il regista Daniele Luchetti ritorna sul grande schermo con Momenti di trascurabile felicità, adattamento cinematografico dei romanzi Momenti di trascurabile felicità e Momenti di trascurabile infelicità, scritti da Francesco Piccolo, qui nelle vesti di co sceneggiatore. Una commedia romantica molto intelligente e interpretata con delicatezza da Pif, alias Pierfrancesco Diliberto. L’excursus della settimana si chiude con Sara e Marti – Il film. Due sorelle cresciute a Londra, Sara e Marti appunto, si sono trasferite col padre nel piccolo borgo umbro di Bevagna. Distribuito da The Walt Disney Company Italia, si basa sull’omonima serie tv di Disney Channel e di cui è stata trasmessa da poco la seconda stagione.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here