Le immatricolazioni 911 portano in alto la Porsche

La crescita delle vendite della 911 è tra i motivi dell'incremento dell'utile operativo della Porsche nei primi nove mesi del 2022.

0
543
Porsche immatricolazioni 911
I dati di vendita della Porsche 911 (Foto Pixabay).

Il mercato della Porsche in questi nove mesi del 2022 fa registrare dati confortanti per l’azienda tedesca. L’utile operativo, infatti, è in crescita del 41% rispetto a quanto avvenuto nell’anno precedente, per una quota che tocca i 5,05 miliardi di euro. I motivi del balzo in avanti sono legati certamente ai tassi di cambio, ma anche alle immatricolazioni 911. Infatti le vendite della mitica vettura tedesca hanno contribuito ad un incremento del 2% delle consegne globali. In totale, da gennaio a settembre sono state immatricolate più di 221mila Porsche 911.

Bene le immatricolazioni 911, ma Porsche non si sbottona sul futuro

Le ottime immatricolazioni 911 e la risalita dell’utile operativo non bastano alla Porsche per essere del tutto ottimista. I dirigenti della casa automobilistica tedesca, infatti, stanno evitando di fornire previsioni in rialzo per il bilancio annuale complessivo. Infatti si ritiene che quest’ultimo trimestre possa essere piuttosto complicato, dunque è meglio non lasciarsi andare a delle analisi troppo ottimistiche.

Porsche 911 Carrera T: leggera e veloce

Lutz Meschke: “Stiamo dimostrando la nostra capacità di operare in modo redditizio”

Sugli ultimi dati di vendita si è espresso Lutz Meschke, Chief Financial Officer (CFO) della Porsche. Il dirigente ha affermato: “In questo contesto di mercato volatile e difficile, stiamo dimostrando la nostra capacità di operare in modo redditizio”. Il manager ha poi spiegato qual è la strategia che sta portando avanti in questi mesi l’azienda tedesca: “Un’efficiente politica di disciplinamento dei costi e un mix di prodotti attraente”. Per quanto riguarda la quotazione in Borsa, ultimamente il titolo Porsche a Francoforte è sceso fino al 3,8%.

Porsche punta sul mercato delle auto elettriche.

Non solo le immatricolazioni 911. La Porsche continua a lavorare sulle auto elettriche, un comparto che al momento la vede in vantaggio sui principali competitor, ovvero Ferrari e Aston Martin. D’altronde, i dati del mercato stanno dimostrando come la casa di Stoccarda stia lavorando in maniera efficace. Ad esempio, l’anno scorso la Taycan elettrica è riuscita a battere la 911 endotermica nelle vendite. Per il futuro, si attende l’esordio di un’altra elettrica, la SUV Macan, le cui consegne dovrebbero partire nel 2024.