Le foto degli incendi in Siberia realizzate da Greenpeace

0
3072
foto degli incendi in siberia
A Greenpeace Russia team flies to Siberia to bear witness of the disastrous fires blazing currently on a huge area. The images are taken in the Irkutsk region where at this moment the fires cover an area of about 1.3 million hectares (3.2 million acres). Special forces from Avialesookhrana (the airborne forest guard) fight the fires but many of them are beyond their reach. Burning forests dramatically boost climate change and become a climate emergency.

Ti chiedi che aspetto ha un’area di foresta che brucia più grande del Belgio? Greenpeace Russia ha documentato gli incendi, per dimostrarne l’effetto, le dimensioni e l’impatto catastrofico su tutti noi.

1,5 milioni di abitanti di Novosibirsk Russia, respirano fumo pericoloso dagli incendi boschivi siberiani. © Ivan Golenkov

“È nebbia o fumo?” Questa è la prima cosa che viene in mente quando l’aria che respiri diventa torbida e densa. La stessa domanda è stata posta dai residenti di molte città e paesi della regione di Irkutsk in Russia. Ogni estate queste città si ritrovano nel fumo.

Incendi boschivi vicino alla regione di Irkutsk in Russia © Igor Podgorny

Abbiamo trovato immagini satellitari di incendi bruciati a 320 chilometri di distanza, quindi abbiamo preso un piccolo elicottero e abbiamo sorvolato gli incendi nella taiga. È una foresta boreale senza fine di splendidi alberi che si estende all’orizzonte. Tuttavia, non sembra che stiamo volando, ma nuotando attraverso la bellezza di esso. Presto abbiamo visto una colonna di fumo sopra la foresta e volare nello smog. Mi sto avvicinando rapidamente alla fornace, devo fare delle foto. Voglio riparare il disastro. Faccio foto, attraverso le mie stesse lacrime.

Gli incendi in Siberia preoccupano Greenpeace Russia

Gli scheletri carbonizzati degli alberi. © Igor Podgorny

Possiamo vedere l’area che è già stata bruciata. Gli alberi si ergono come fiammiferi carbonizzati e il terreno è coperto di piaghe. Puoi vedere come il fuoco ha distrutto l’area mentre brucia il terreno mentre gli alberi in lontananza sono annebbiati da un fumo viscoso.

Il fumo sporca l’aria e copre gli alberi. © Igor Podgorny

Ogni giorno avvertiamo gli effetti dei cambiamenti climatici: dalle correnti d’aria in Africa, ai monsoni nel sud-est asiatico. Le foreste selvagge della Russia sono una grande parte del ripristino dell’equilibrio climatico sul pianeta, ma ora stanno bruciando – si trasformano esse stesse in una causa del cambiamento climatico.


Incendi boschivi vicino alla regione di Irkutsk in Russia © Igor Podgorny

Il 90% degli incendi in Russia è il risultato di attività umane, secondo le statistiche ufficiali e le ricerche di Greenpeace. Secondo le immagini satellitari, la maggior parte degli incendi in Siberia e in Estremo Oriente sono iniziati vicino ai siti di disboscamento, lungo strade e fiumi dove le persone hanno i fuochi.

Un cimitero per alberi. © Anton Voronkov

Solo il 9% degli incendi attuali viene affrontato. Le autorità russe hanno deciso di non impegnarsi a combattere questi incendi, poiché le “conseguenze non superano le risorse necessarie per combatterli”. Ogni giorno nuovi e vasti territori prendono fuoco perché il clima è caldo e secco. I villaggi in Siberia e in Estremo Oriente sono in pericolo.

Commenti