Le foreste di latifoglie mitigano le alte temperature estive

In un recente studio si è scoperto che nelle porzioni di foresta dove prevalgono gli alberi di latifoglie la temperatura durante l'estate è più fresca.

0
521
latifoglie

In un recente studio si è scoperto che nelle porzioni di foresta dove prevalgono gli alberi di latifoglie (ovvero a foglia larga anche se di qualsiasi forma) la temperatura durante l’estate è più fresca.

Inoltre la loro capacità di abbassare le temperature raggiunge il suo apice nelle giornate particolarmente calde.

Nota abbastanza rilevante se pensiamo agli effetti catastrofici che il caldo estremo, di anno in anno, ha sugli umani e sulle loro attività.

Leggi anche:

Latifoglie e aghifoglie

Gli ecosistemi forestali sono già ampiamente studiati e il loro ruolo fondamentale per il nostro pianeta nell’assorbimento della CO2 è ormai risaputo da molti.

Quello che non tutti sanno è che non tutti i tipi di foreste sono uguali e sortiscono gli stessi effetti.

Foreste di latifoglie e foreste di aghifoglie (dette anche conifere) gestiscono ecosistemi e capacità differenti.

Priva di valenza scientifica questa suddivisione ci serve per comprendere meglio perchè un tipo di foresta può avere ruoli ed effetti diversi dall’altra.

Foglie più larghe maggiore superficie

Il collegamento tra la maggiore frescura estiva e le foreste di latifoglie risiede probabilmente proprio nelle foglie stesse. La maggiore superficie permette infatti una maggiore rifrazione dei raggi solari rispetto alle foglie strette e allungate degli alberi di aghifoglie.

Non basta che sia una foresta

Questo studio porta una maggiore attenzione non più soltanto alle foreste in generale ma anche al tipo di foresta e alle specie che la compongono.

In ambito di gestione forestale, dunque, si dovrà tenere conto anche di questo aspetto.

Non basta creare o curare foreste qualsiasi ma una scelta mirata del tipo di foresta a cui dare spazio, in base alla zona, può invece essere molto rilevante.

Commenti