Le Filippine consentiranno ampio accesso alle basi militari agli USA

0
187
Le Filippine consentiranno ampio accesso alle basi militari agli USA

Le Filippine consentiranno agli USA di accedere ad altre basi militari. L’accordo è stato svelato nel corso di una visita a Manila del segretario alla Difesa statunitense, Lloyd Austin, durante il quale ha avuto colloqui con il presidente filippino Ferdinand Marcos Jr.

Le Filippine consentiranno gli USA ampio accesso alle basi militari

Secondo una dichiarazione congiunta dei dipartimenti della Difesa Filippine-USA, Washington e Manila hanno concordato di espandere il loro patto di difesa, consentendo alle truppe statunitensi l’accesso ad altre quattro basi militare delle Filippine. “Le Filippine e gli USA sono orgogliosi di annunciare i loro piani per accelerare la piena attuazione dell’Enhanced Defence Cooperation Agreement (EDCA) con l’accordo di designare quattro nuove sedi concordate in aree strategiche del Paese e il sostanziale completamento dei progetti nelle cinque sedi concordate esistenti. L’EDCA è un pilastro fondamentale dell’alleanza USA-Filippine, che supporta l’addestramento combinato, le esercitazioni e l’interoperabilità tra le nostre forze. L’espansione dell’EDCA renderà la nostra alleanza più forte e più resiliente e accelererà la modernizzazione delle nostre capacità militari combinate. L’aggiunta di queste nuove sedi dell’EDCA consentirà un sostegno più rapido per i disastri umanitari e legati al clima nelle Filippine e risponderà ad altre sfide condivise”, si legge nel comunicato.

Cos’è l’EDCA?

L’EDCA fa parte di un’alleanza di sicurezza decennale tra USA e Filippine e consente alle truppe statunitensi di ruotare attraverso cinque basi filippine, comprese quelle vicine alle acque contese. Consente inoltre alle forze armate statunitensi di immagazzinare attrezzature e rifornimenti per la difesa in quelle basi. L’espansione dell’EDCA arriva mentre la Cina diventa sempre più determinata nel rivendicare Taiwan, così come nel Mar Cinese Meridionale, dove rivendica quasi l’intero corso d’acqua sotto la sua controversa linea a nove trattini. Anche le Filippine, altre nazioni del sud-est asiatico e Taiwan hanno rivendicazioni sovrapposte sul mare, che è una delle principali rotte commerciali globali.


Leggi anche: Cina-Filippine: ampliate le relazioni bilaterali