Le emissioni di metano sono diminuite nel 2020

0
231
Emissioni di metano

La pandemia ha rallentato molti aspetti delle nostre vite, causando inoltre una piccola riduzione delle emissioni di metano. Secondo l’Agenzia Internazionale sull’Energia Il 10% della diminuzione delle emissioni di metano sarebbe da attribuire alla minore produzione di petrolio e gas, causata dal crollo della domanda. Ad ogni modo l’estrazione ha comunque rilasciato 77 milioni di tonnellate di metano nell’atmosfera.

Le emissioni di metano e il global warming

L’agricoltura è la seconda fonte di emissioni generate dagli umani(25%), seguita dal settore energetico. Secondo l’agenzia le perdite dalla catena del valore del gas naturale causano il 60% delle emissioni dell’industria mentre l’estrazione del petrolio causa il resto. In passato rilevare le perdite era difficoltosa, attualmente grazie ai satelliti l’identificazione è molto semplice. Le emissioni di metano sono la seconda causa del surriscaldamento globale subito dopo il diossido di carbonio. Nonostante sia meno presente nell’atmosfera e nonostante abbia un ciclo di vita più breve rispetto al diossido di carbonio, il metano ha una maggiore efficienza nell’assorbire energia. La IEA (International Energy Agency) ha lanciato un monito: “supponiamo che una tonnellata di metano equivalga a 30 di diossido di carbonio, il totale delle emissioni globali delle aziende di petrolio e gas sarebbe equivalente all’impronta energetica dell’Unione Europea”.


Meteo – Scoperti i legami tra cambiamenti climatici e ondate di freddo
NOAA: il 2020 è il secondo anno più caldo


Il tracciamento delle emissioni

Tramite i dati ricavati dai satelliti, la IEA è riuscita a tracciare sia le perdite dei condotti sia le fonti principali delle emissioni. L’intensità delle emissioni di metano varia da un paese all’altro in base alla produzioni di petrolio e gas. Sulla base dei dati annuali per il 2020, si stima che l’intensità delle emissioni tra i paesi con i risultati peggiori sia più di 100 volte superiore a quella tra i migliori. Questi risultati sottolineano come molti paesi dovrebbero essere rapidamente in grado di ottenere enormi miglioramenti nelle prestazioni tramite le riparazioni degli impianti e delle condutture.


Meteo – Perché il freddo estremo di questi giorni e colpa del riscaldamento globale?


Le emissioni potrebbero aumentare?

Nel caso in cui la produzione di combustibili fossili aumentasse, le emissioni aumenterebbero di conseguenza. Cosi come sono diminuite nell’anno della pandemia in seguito al crollo della domanda globale. Le compagnie dovrebbero fare di più per riparare le perdite delle condutture e degli impianti, azioni che potrebbero essere intraprese senza costi aggiuntivi dopo aver venduto il metano preservato. Quest’ultimo vale meno rispetto agli anni precedenti a causa dei prezzi i bassi del gas nel 2020, ma si espanderà di nuovo se i prezzi aumenteranno, come hanno fatto all’inizio del 2021.

Il report IEA sulle emissioni di metano

Secondo il report della IEA il settore dei combustibili fossili dovrà abbattere le emissioni del 70% entro il 2030. Il compito dell’industria dei combustibili fossili dovrà essere quello di evitare la ricomparsa delle emissioni di metano. Per evitare il ritorno delle emissioni la politica dovrà intervenire con delle norme apposite. Secondo la IEA i governi e le aziende dovranno inserire la riduzione delle emissioni di metano tra i compiti dei prossimi anni per la mitigazione del surriscaldamento globale.

Commenti