Le eDrive Zone di BMW arrivano in altre 20 città europee

0
242
Nuove eDrive Zone BMW
BMW annuncia apertura di nuove eDrive Zone in Europa (foto concessa dall'ufficio stampa BMW).

BMW espande il suo progetto delle eDrive Zone. Si tratta di determinate aree urbane in cui è possibile guidare senza rilasciare nell’atmosfera emissioni inquinanti. In questi giorni le zone cittadine green sono state aperte in altre 20 città, tra le quali figurano Copenhagen, Cambridge e Tolosa. In Italia, a Milano, Torino e Roma (dove il servizio è già funzionante) si sono aggiunte anche Verona, Brescia, Firenze e Napoli.

Chiarimento di BMW: poche infrastrutture per passare all’elettrico

Come funzionano le eDrive Zone di BMW?

Quando giungono nelle eDrive Zone, le vetture ibride plug-in di BMW passano automaticamente alla guida pienamente elettrica. Di conseguenza, queste auto viaggiano senza rilasciare emissioni nocive per l’ambiente, proprio come fanno i modelli totalmente elettrici. L’azienda automobilistica bavarese sottolinea che i costi di esercizio non sono eccessivi perché i motori elettrici sono più efficienti di quelli tradizionali quando funzionano nel traffico cittadino. Il veicolo riesce a riconoscere le eDrive Zone grazie al GPS e alla nuova tecnologia di geofencing. Questa funzione è già disponibile in modalità standard in diversi modelli della BMW ibridi plug-in. I conducenti di queste vetture otterrano dei punti bonus per ogni chilometro percorso in modalità elettrica. I punti si raddoppieranno per il transito nelle aree cittadine a zero emissioni. Infine, ad ogni ricarica sono previsti ulteriori incrementi dei punti.