Le cinque lingue dell’amore: qual è la tua?

Ecco le principali lingue dell'amore

0
322

Quando ci troviamo in un paese straniero, dobbiamo necessariamente trovare un metodo per comunicare con le altre persone. Se conosciamo bene la lingua locale, di certo saremo molto facilitati in questo compito. Altrimenti, se ce la caviamo con l’inglese, abbiamo comunque buone possibilità di farla franca. Tuttavia, spesso sentiamo questa necessità anche quando ci troviamo nella nostra nazione di nascita. Magari nella nostra città o addirittura a casa nostra. Questo perché, la comunicazione fra esseri umani e più complicata di quanto crediamo. E ciò non vale solo per le parole, ma anche per le emozioni e i sentimenti. Le cinque lingue dell’amore, sono la conferma di ciò.

Cosa sono le cinque lingue dell’amore?

Gary Demonte Chapman è un autore americano, divenuto particolarmente famoso in seguito alla pubblicazione del suo libro “I 5 linguaggi dell’amore, come dire ti amo alla persona amata“. All’interno di questo elaborato, lo scrittore afferma che esistono ben cinque lingue diverse attraverso le quali noi esseri umani esprimiamo i sentimenti.

Infatti, tutti abbiamo un modo particolare nel quale traduciamo le azioni, gli sguardi e le parole in affetto. Proprio come una qualsiasi altra lingua, l’amore ha la sua specifica grammatica, che può essere totalmente diversa da quella della persona a cui ci rivolgiamo. Ecco perché spesso i nostri gesti amorevoli non vengono percepiti come tali. Perché magari, chi li riceve, parla una diversa lingua dell’amore, dunque non riesce a scovare l’affetto nella nostra stessa maniera.


Pablo Neruda, le più belle parole d’amore


E’ come se un tale dicesse a un determinata persona “ti amo”. E anche questa fa lo stesso, ma in una lingua diversa. Quindi, tra i due individui c’è amore, ma essi non riescono a comprendersi. Ecco perché può essere particolarmente utile scoprire qual è la nostra lingua dell’amore. E lo possiamo fare cliccando qui.
Dobbiamo inoltre ricordare che l’amore ha mille forme, non è solo quello romantico all’interno della coppia. Tutti noi amiamo la famiglia, gli amici, magari i colleghi o compagni. Dunque, capire qual è la nostra lingua dell’amore, può tornarci particolarmente utile per migliorare i rapporti con loro. Perciò, quali sono le lingue dell’amore?

Atti di servizio

Questa lingua dell’amore, si esprime attraverso i gesti, soprattutto quelli piccoli. Le persone che parlano tramite gli atti di servizio, vedono l’amore nel prendersi cura delle altre persone. Dunque, magari diranno “ti amo” o “ti voglio bene”, preparando la colazione al mattino a chi amano, sostenendo gli individui a cui tengono nei loro progetti o magari aiutandoli nelle piccole azioni quotidiane. Di conseguenza, si aspettano lo stesso da chi li circonda. Saranno più propensi a scorgere l’affetto in una tazzina di caffè al mattino, piuttosto che in un bacio o un abbraccio.

Tempo di qualità

Tutti, chi più e chi meno, desideriamo trascorrere più tempo possibile con le persone a cui vogliamo bene. Tuttavia, c’è chi fa di questo desiderio una vera e propria necessità. Gli individui che parlano questa lingua dell’amore, esprimono i loro sentimenti dedicando tempo di qualità ai soggetti amati. Ciò non significa solo ed esclusivamente ritagliarsi intere giornate da passare insieme svolgendo qualche attività particolare, bensì rendere degni di essere vissuti anche solamente cinque minuti trascorsi assieme. Di riflesso, queste persone si aspetteranno da chi amano questo tipo di trattamento.

Parole d’affermazione

In un mondo che spesso ci butta giù e ci fa percepire noi stessi come minuscoli e inutili, sentirsi rivolgere frasi d’affermazione, dunque complimenti o parole d’incoraggiamento, può essere particolarmente utile per mantenerci in vita. Chi parla questa lingua dell’amore, sente costantemente questa necessità. Non tanto al fine di gonfiare il proprio ego, ma piuttosto per percepire il supporto e la vicinanza delle persone amate.

le cinque lingue dell'amore I love you

Ricevere regali

Potrebbe sembrare superfluo e superficiale. Eppure, per molte persone, ricevere e fare regali è un vero e proprio modo d’esprimere amore. Per questi soggetti, il dono non rappresenta semplicemente l’oggetto materiale, bensì un pensiero dedicato alla persona amata, specialmente magari se lo si riceve in un giorno ordinario.

Contatto fisico

C’è chi lo ama e chi lo odia. Se per alcune persone il contatto fisico è addirittura insopportabile, per altre questa è la lingua dell’amore prediletta. Le persone che esprimono l’affetto attraverso il tocco e la vicinanza, tendono a sfiorare le mani, ad abbracciare o in generale cercare di più il contatto col corpo delle persone amata. Di conseguenza, si aspettano di essere trattati allo stesso modo, e magari vedono il distacco come un segno di mancanza d’affetto.

Comunicazione e fraintendimenti

Conoscere la propria lingua dell’amore e quella delle persone a cui vogliamo bene, può aprirci una finestra sulle loro e sulle nostre emozioni. Inoltre, questa consapevolezza può esserci d’aiuto nel momento in cui sentiamo di amare una persona, ma non riusciamo a comprenderla a fondo. Naturalmente, non si parla di rinunciare alle proprie esigenze e imparare a parlare esclusivamente le lingue altrui. Se odiamo il contatto fisico, difficilmente potremo fare di questo la nostra “lingua madre” dell’amore, al fine di comunicare con un’altra persona.

Tuttavia, è sempre possibile trovare una via di mezzo. Perché l’amore non possiede un linguaggio universale, ma noi esseri umani, possiamo trovare ben più di cinque modi per esprimerlo e intravederlo. Probabilmente, le lingue dell’amore sono infinite.

Commenti