Le ballerine di alta gioielleria di Van Cleef & Arpels sono un’ode alla danza

0
360
Van Cleef & Arpels?

La storia di Van Cleef & Arpels è stata a lungo intrecciata con il mondo della danza. Si va dalle regolari visite del co-fondatore Louis Arpels all’Opéra Garnier negli anni ’20, a pochi passi dalla boutique di Place Vendôme.

Come sono le spille di Van Cleef & Arpels?

Le clip, create per la prima volta negli anni ’40, disegnano ballerine in tutù tempestati di diamanti o pietre preziose. Indossano elaborati ornamenti per la testa o stringono vivaci oggetti di scena. Hanno costumi provenienti da tutto il mondo, dalle isole del Pacifico meridionale all’Estremo Oriente. Le vediamo a metà di una piroetta o di una piroetta, che girano su risvolti e abiti in un’esplosione di colori.

Una collezione dal 2006

La collezione di alta gioielleria Ballet Précieux, introdotta per la prima volta nel 2006, strizza l’occhio a questa storia, catturando in modo succinto la fluidità del movimento delle ballerine e le ricche trame dei loro costumi. “Fin dall’inizio della casa c’era l’idea che la danza fosse un linguaggio universale; una categoria artistica universale che potresti tradurre in gioielli”, afferma il presidente e CEO di Van Cleef & Arpels, Nicolas Bos. Per evocare lo spirito della danza, i disegni dovevano essere flessibili. “Quando guardi una ballerina pensi al movimento o alla leggerezza prima di vedere che è fatta di oro e pietre preziose”, aggiunge.


Gioielli di Giò Pomodoro in mostra a Forte dei Marmi


Come vengono create le ballerine di Van Cleef & Arpels?

Per infondere realismo ai disegni, il corpo della ballerina viene disegnato prima senza i costumi, garantendo sia le giuste proporzioni che un’accurata espressione del movimento piuttosto che un’evocazione. “Un altro elemento che riteniamo molto importante – poiché è il carattere di una ballerina e non una bambola o una rappresentazione precisa di una persona – è che non hanno un volto preciso”, aggiunge Bos. “Il viso può essere un diamante con taglio a rosa, tagliato da diamanti grezzi a dimensioni specifiche, quindi stai guardando la forma del corpo e il movimento, non un ritratto.”

Il Festival Dance Reflections del 2022

La collezione annuncia il lancio del festival Dance Reflections, Van Cleef & Arpels che sarà ospitato a Londra nel marzo 2022. “Ci saranno 16 coreografie e 18 opere in quasi tre settimane, con le sedi di Sadlers Wells, la Royal Opera House e Tate Modern”, ci racconta Serge Laurent, responsabile dei programmi di danza e cultura di Van Cleef & Arpels. Il programma si concentrerà sulla danza contemporanea dagli anni ’70 ad oggi, con coreografi affermati e talenti emergenti. Per rendere il festival il più accessibile possibile, sarà ampiamente supportato digitalmente. “Dalla pandemia abbiamo imparato che i programmi online possono essere utili ed efficienti; a fini didattici anche il mezzo digitale può davvero aiutare’, aggiunge.