Le attenzioni da prendere nei viaggi

Viaggiare è una delle esperienze che ci arricchisce maggiormente nella vita, ma può anche diventare pericoloso. In quanto turisti e viaggiatori di ogni tipo, siamo il primo obiettivo per i truffatori in tutto il mondo.

Se parlate con uno dei vostri amici o familiari, ci sarà sicuramente qualcuno in grado di raccontarvi un’esperienza personale o indiretta che riguarda l’essere presi di sprovvista mentre si è lontani da casa.

E’ difficile prevedere quando e dove potremmo subire una di queste truffe, ma fortunatamente c’è molta conoscenza al riguardo. Ecco alcuni consigli da seguire durante i prossimi viaggi.

Il bracciale gratis dell’amicizia

E’ una delle truffe più gettonate nelle grandi città europee, soprattutto attorno alle maggiori attrazioni e il target sono spesso le viaggiatrici donne. Uno straniero dal bell’aspetto si avvicinerà a voi e proverà a mettervi un bracciale gratis attorno al polso. Una volta messo, vorrà in cambio dei soldi per avervi messo il bracciale. Sarà più che felice di fare storie se direte di no. Una caratteristica di questo trucco è proprio la velocità: il bracciale apparirà sul vostro polso o dita in pochi secondi e probabilmente non saprete come comportarvi.
Questo può essere evitato camminando lontano da chiunque ritenete essere sospetto e tenendo le mani in tasca mentre cercano di seguirvi. Nella maggior parte dei casi cercheranno una nuova vittima.

La truffa dell’anello ritrovato

Questa è una delle preferite dei truffatori più esperti. Inaspettatamente una persona apparirà al vostro fianco e indicherà un anello (oppure un altro gioiello) sul suolo. Lo raccoglierà e cercherà di convincervi che è vostro, di conseguenza chiederà una ricompensa. In alternativa, l’imbroglione potrebbe provare a convincervi che l’oggetto è di grande valore, ma sarebbe disposto a vendervelo a un prezzo scontato.
Così come per la truffa del bracciale, tenete la testa bassa e continuate a camminare se sospettate che ci sia qualcosa che non va.

I danni del noleggio di moto/moto d’acqua

Sei mai stato in una spiaggia in cui sembra che tutti si stiano divertendo con lo scooter e le moto d’acqua? Allora probabilmente saprete che è normale lasciare il passaporto come garanzia quando si noleggiano questi veicoli. E’ tutto a posto fino a quando non lo restituite e improvvisamente vi viene detto che avete causato dei danni seri. Si tratta della vostra parola contro la loro e, se vi rifiutate di pagare, potreste addirittura essere scortati al bancomat più vicino.
Assicuratevi di controllare in maniera approfondita il veicolo prima di accettarlo e di registrate subito anche il più piccolo dei danni che vedete.

Stranieri troppo amichevoli e che provano a flirtare con voi

I viaggiatori maschi sono particolarmente ricercati per questo trucco. Atterrate in un nuovo paese e inaspettatamente riceverete molte attenzioni in un bar o in un nightclub. Dopo una serata divertente e dopo aver bevuto molto, il vostro nuovo compagno di bevute sparirà improvvisamente. Rimarrete lì da soli a pagare il conto, se non vi hanno già derubato in qualche modo.
Fare amicizia in un paese straniero è una conto, ma ricordatevi di essere furbi quando si tratta di aprire il vostro portafoglio agli sconosciuti.

La truffa del lustrascarpe

Se siete a Istanbul, prestate particolare attenzione a questo scenario. Un lustrascarpe vi supera e fa cadere un pennello. Dato che siete dei turisti educati, probabilmente lo raccogliete e lo restituite. Per mostrare la sua gratitudine, il lustrascarpe inizierà a pulire le vostre scarpe. Questo può sembrare un bel gesto, ma è altamente probabile che richiederanno un pagamento. Rifiutare potrebbe significare essere circondati dall’intera comunità dei lustrascarpe della città.
Evitate il problema ignorando il pennello. Oppure indossate le infradito.

La truffa del taxi

I tassisti disonesti sono presenti a tutte le fermate. Una truffa avviene quando vi dicono che il contatore è rotto nel momento in cui lasciate l’aeroporto o una fermata del pullman e poi vi chiedono un prezzo astronomico. Un altro avviene quando il tassista si perde di proposito per fare in modo che il contatore continui a segnare dei chilometri in più. I casi estremi potrebbero vedere un autista accelerare con le vostre valigie ancora all’interno dell’auto. Uno dei preferiti in Sud America è dirvi di aver pagato con delle banconote false. Quando chiedete indietro i soldi, il tassista vi darà una banconota diversa (quella veramente falsa); voi vi scuserete, consegnerete un’altra banconota e finirete con pagare il doppio.

Cercate di negoziare una tariffa prima di intraprendere lunghi viaggi. Ordinate un taxi per telefono/internet o prendetene uno dai posteggi ufficiali dov’è possibile. Date un’occhiata al numero di serie del vostro conto prima di pagarlo e contate i soldi ad alta voce mentre li consegnate. Potrebbe sembrare molto da ricordare, ma preferirete essere preparati piuttosto che colti alla sprovvista.

La truffa degli escrementi degli uccelli

Anche affettuosamente chiamata la truffa della c****a sulle scarpe, questo è un altro trucco comune a cui prestare attenzione nelle zone turistiche più affollate. Una persona cordiale vi farà notare che avete un escremento di uccello/macchia di ketchup/fango sulla vostra scarpa/calza/gamba e vi offrirà un fazzoletto per pulirlo. Mentre entrambi vi piegherete per controllare, una mano astuta proverà a rubarvi degli oggetti preziosi dalla tasca/borsa.
Anche se siete effettivamente sporchi, rifiutate educatamente l’offerta di aiuto e aspettate di trovare un posto in cui potervi sedere da soli.

L’hotel chiuso o in overbooking

E’ di nuovo il turno dei tassisti. Durante la guida verso la vostra sistemazione, l’autista farà del suo meglio per convincervi che non esiste più oppure che è piena. Se ci crederete, allora vi porterà in un altro posto, che molto probabilmente sarà più costoso e di proprietà di uno dei suoiamici/complici. Dopo il check-in il tassista partirà con una bella mazzetta.

La donna che cade

Oh, quella povera donna che precipita in maniera calamitosa sul marciapiede di fronte a voi! Sicuramente vi fermerete per aiutare assieme agli altri passanti, si formerà una grande folla e le vostre tasche verranno magicamente svuotate. Prima che ve ne accorgiate, la folla si sarà dispersa, inclusa la signora che è caduta.
Dovrete usare la vostra intelligenza per capire se la caduta è genuina o no. Se vi fermate per aiutare, siate consapevoli che arriveranno anche altre persone. Assicuratevi che i vostri oggetti di valore siano al sicuro, così potrete aiutare la persona che è caduta senza aver paura di finire in una trappola.

La truffa dei negozi e dei tuk-tuk

I tuk-tuk, simili ai nostri risciò, sono uno dei metodi più divertenti per girare nelle città affollate, specialmente nei paesi del sud-est asiatico. Tuttavia, diffidate dai conducenti che vi offrono visite guidate di un giorno. Visiterete templi e monumenti, ma probabilmente verrete anche portati da un sarto o in una gioielleria. Alla fine il proprietario del negozio vi offrirà dei servizi su misura e, a meno che non compriate qualcosa, è probabile che non potrete più vedere i luoghi che vi erano stati promessi. Giudicate la tariffa del guidatore, se è davvero economica ci sono molte possibilità che finirete in uno di questi negozi durante la vostra visita.

Condividi e seguici nei social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook