Le alternative per un viaggio in sicurezza da Covid19

0
431
Turismo Covid

La bella stagione, il caldo sole mattutino e la voglia di uscire. La nostra libertà è stata minata dall’avvento della pandemia. Ma un “Turismo Covid” potrebbe essere messo in atto. Ciò al fine di accontentare i viaggiatori in relazione alle norme da seguire per un comportamento anti-pandemia.

Turismo e covid: si può?

Tra aperture e chiusure, tra libertà e apparentemente tale, siamo tutti un pò stanchi di restare chiusi nelle nostre città. Ma questa è la più positiva delle situazioni. A meno che non vi troviate in zona rossa e, siate confinati tra le mura di casa. In uno scenario così complesso, dove un’emergenza sanitaria ha preso il posto della democrazia, trasformandola in semi-dittatura, la voglia di evadere è tanta. In questi giorni si è discusso molto di una campagna vaccinale che, come abbiamo visto, tarda estremamente a decollare. Tra vaccini che sembrano provocare trombosi, altri che addirittura porterebbero alla morte; fra scandali e sotterfugi, si vorrebbe solamente riacquisire la propria dignità lavorativa e l’accondiscendenza personale a far ciò che ci piace. Ma è possibile? Esistono luoghi ed hotel, che hanno unito l’esigenza dell’evasione di un viaggio, alle norme igieniche da rispettare.

Kastellorizo: l’isola greca esente dal covid

I programmi per un viaggio sicuro

Houston, ha lanciato lo scorso agosto, il programma “Houston Clean.” Si tratta di un evento attuato al fine di aumentare le attività congressuali nella stessa città. La città prevede un periodo di convegni di sei mesi. Non male come iniziativa, vero? Aggiungendo che si attueranno norme di sicurezza per contrastare l’avvento del Covid, ma garantendo un soggiorno gradevole. Attuando piani di disinfezione mediante l’utilizzo della tecnologia, Houston, è stata una delle prime città ad implementare la disinfezione robotica. Nashville ha invece, iniziato a lavorare al proprio programma “Good to God.” Lo sforzo prevede l’uso di mascherine, stazioni di igienizzazione e, il distanziamento sociale. I visitatori di tale luogo, possono così, sentirsi sicuri e protetti. Tale programma mira ad accrescere l’attività turistica in un momento in cui gli ipotetici viaggiatori, non si sentono sicuri sul luogo da scegliere. Iniziativa interessante quella a St.Pete. Qui i turisti corretti che, seguono le regole pandemiche, vengono addirittura premiati con buoni, da spendere nelle attività locali.