Le allergie alimentari e le reazioni del sistema immunitario

0
297

Le allergie alimentari

Le allergie alimentari sono la reazione del sistema immunitario, verso una o più sostanze presenti in un alimento, e compaiono di solito nei primi anni di vita.

Le risposte del sistema immunitario

Le allergie alimentari, sono una risposta avversa del sistema immunitario, nei confronti di una o più sostanze, o componenti presenti negli alimenti. Inoltre, l’ allergene, e cioè la sostanza che scatena la reazione di difesa dell’ organismo, è nella maggior parte dei casi una proteina.

Le allergie alimentari e le cause

Il 90% delle allergie alimentari sono provocate da otto alimenti di cui: il latte vaccino, la soia, le uova, i cereali, la frutta secca, le arachidi, i crostacei ed il pesce. Tuttavia, una o più sostanze che causano l’ allergia, non sono componenti isolati, ed i cibi di tutti i giorni li possono contenere.

Le reazioni allergiche nei primi anni di vita

Di solito, le allergie alimentari, compaiono nei primi dieci anni di vita, che è il periodo in cui si sviluppa il sistema immunitario. Ma ci sono delle tipologie di reazioni alimentari, che si manifestano anche nei primi mesi di vita, mentre l’ organismo si difende dalle proteine del latte materno, che provocano l’ allergia durante l’allattamento.

Classificazione delle allergie alimentari

Le allergie alimentari, possono essere sia di origine vegetale che animale. Di conseguenza, le allergie di derivazione vegetale comprendono: allergia alle arachidi, ad altra frutta a guscio, alla soia ed ai cereali. Mentre le allergie di origine animale sono: allergia alle uova, ai crostacei, ai pesci, ed al latte vaccino.

Le allergie alimentari e l’ assenza di neutralità

La causa più diffusa delle allergie alimentari, è l’ assenza di neutralità nei confronti del cibo. Per evitare l’ assorbimento di sostanze patogene, pericolose, che scatenano l’ allergia, il sistema immunitario, attiva il meccanismo della neutralità, per cercare di tollerare le sostanze dannose. A ragion per cui, i batteri buoni e le proteine, aiutano il sistema gastrointestinale, con dei meccanismi di difesa dell’ organismo.

I fattori di rischio

Nella maggior parte delle volte, la tolleranza del sistema immunitario dell’ organismo, avviene senza problemi, nei confronti delle sostanze alimentari dannose. Ma ci sono anche casi in cui, le difese immunitarie sono deboli, e non riescono a bloccare gli antigeni alimentari pericolosi, e si scatena un’ allergia alimentare. La reazione allergica, dipende da diversi fattori come l’ ereditarietà, gastrointeriti virali e nascita prematura. Tuttavia, esistono anche dei fattori ambientali come l’ inquinamento atmosferico, il fumo di sigaretta e gli ambienti umidi.

Reazione allergica per esercizio fisico

La reazione allergica di un alimento, in alcune persone viene provocata dall’ esercizio fisico. Di conseguenza, i sintomi si avvertono subito dopo l’ allenamento, o lo sforzo fisico, con stordimento e prurito.

Le allergie alimentari crescono

Negli ultimi anni, si assiste ad un forte incremento delle allergie alimentari. Inoltre, in Gran Bretagna, si arriva  ad un  tasso di crescita delle malattie alimentari del 500%, dal 1990 al 2007. A ragion per cui, l’ allergia agli alimenti, cresce vertiginosamente, e rende la vita difficile al 6-8% dei bambini con meno di tre anni. Mentre negli adulti le reazioni alimentari, colpiscono il 3%.

Le allergie alimentari colpiscono in gran parte i bambini

Le allergie alimentari colpiscono maggiormente i bambini, poiché l’ organismo infantile è ancora in fase di formazione. Di conseguenza, l’ apparato gastrointestinale, che difende l’ organismo dagli antigeni, non è ancora ben sviluppato, e non svolge la sua funzione. A ragion per cui, si scatenano le reazioni allergiche, che colpiscono  l’ apparato respiratorio e gastrointestinale, con asma e congiuntivite, diarrea, dolori addominali, vomito ed eczema.

Le allergie alimentari ed i sintomi

I sintomi delle allergie alimentari, si avvertono da quasi subito alle due ore, dell’  ingerimento dell’ alimento tossico. Inoltre, per alcune persone, la reazione allergica può risultare meno grave, oppure non grave, o pericolosa per la vita. Di conseguenza, i sintomi principali allergici sono: formicolio o prurito in bocca, prurito o eczema sul corpo ed orticaria, gonfiore di labbra, viso, bocca, lingua, gola ed altre parti del corpo. Ciò nonostante, seguono anche i sintomi di: respiro affannoso, congestione nasale o problemi respiratori, dolori addominali, vomito, diarrea, nausea, vertigini e stordimento.

Lo shock anafilattico

Lo shock anafilattico, è una reazione estrema, potente e molto pericolosa, che si manifesta in rari casi. Inoltre, è indispensabile che le persone allergiche, riescono a riconoscere i sintomi in anticipo, per intervenire subito, ed evitare gravi conseguenze. I sintomi dello shock anafilattico sono: costrizione delle vie respiratorie, gola gonfia con difficoltà respiratoria, calo della pressione sanguigna, vertigini e polso accelerato.

Commenti