Lazio-Chievo 5-1: i biancocelesti sono travolgenti

0
536

La Lazio si impone con un altro poker all’Olimpico di Roma con il quale travolge letteralmente il Chievo, che aveva subito pareggiato i conti dopo l’1-0 di Luis Alberto. Poi si scatena Milinkovic-Savic, doppietta per lui. Da segnalare l’infortunio di Immobile e il primo gol in biancoceleste di Nani.

La Lazio c’è, e fa sul serio. Ieri è arrivato il secondo poker consecutivo, dopo quello rifilato alla SPAL (5-2) due settimane fa, che permette alla banda di Inzaghi di fare la voce grossa in campionato e far capire a tutti che per la lotta alla Champions League si dovranno fare i conti anche con i biancocelesti, che hanno confermato per l’ennesima volta una solidità, una compattezza e anche un’efficacia in zona gol davvero invidiabili. Il gol di Luis Alberto al 23′ lasciava presagire una partita tutta in discesa, ma neanche il tempo di festeggiare che, due minuti dopo, arriva il pareggio di Pucciarelli, con uno bello stop di petto e poi tiro a spiazzare Strakosha. Ma questa Lazio, pur senza schiacciare più di tanto sull’acceleratore, quando decide di colpire la vittima lo fa e lo fa anche efficacemente: al 32′ Milinkovic-Savic inizia il suo one-man-show con un destro rasoterra molto preciso che si infila all’angolino, con un incolpevole Sorrentino che cerca invano di intercettare la sfera. Dopo appena 3 minuti dal gol del centrocampista, arriva però la nota stonata (l’unica) della partita laziale: Immobile è costretto ad uscire per un problema muscolare accusato, in realtà, già all’inizio della partita. L’attaccante campano aveva provato a restare in campo, ma poi deve arrendersi al dolore. A fine primo tempo rigore assegnato a favore del Chievo da parte dell’arbitro Abisso, ma poi tolto grazie all’intervento del Var (giustamente).

Nella ripresa la partita è a senso unico, con lo show della Lazio ripreso con il bellissimo sinistro al volo di Milinkovic-Savic, su assist altrettanto bello di Lucas Leiva, proseguito poi con il goal (con deviazione evidente) del difensore Bastos su assist di Lukaku. Nel finale, poi, c’è spazio anche per il primo gol in maglia biancoceleste di Luis Nani, con un destro preciso da fuori area ed esultanza liberatoria. Questa Lazio sa come fare per essere protagonista in campionato.

Commenti