Lawrence Steele: “Aspesi trascende le mode, non è un’imposizione”

Lawrence Steele alla Milano Fashion Week ha presentato la sua prima collezione come direttore creativo di Aspesi. Il designer americano ha puntato su "capi senza tempo".

0
334
Lawrence Steele stilista
Lawrence Steele: prima collezione da direttore creativo Aspesi

Durante la Milano Fashion Week di quest’anno ha debuttato la prima collezione di Lawrence Steele nelle vesti di direttore creativo di Aspesi. Lo stilista ha realizzato dei capi che possano essere adatti a varie circostanze ed occasioni. Il designer, che aveva già lavorato per la casa di moda italiana, ha voluto recuperare e reinterpretare alcuni degli abiti storici del marchio. Tra questi ad esempio c’è il trench che Steele ha rivisitato con nuove cuciture grintose ed un materiale trasversale sia per fasce d’età che per funzionalità.

Intervistato da GQ Italia, Lawrence Steele non ha esitato nel definire Aspesi “un marchio incredibile”. Ha raccontato che l’omonimo fondatore dell’azienda fin da subito ha fissato dei canoni specifici che hanno permessi di realizzare degli abiti senza tempo, intramontabili.

“Aspesi trascende le mode, non è un’imposizione, ma si basa sul pensiero di costruire un guardaroba di capi coerenti tra loro che possono avere un’esistenza indipendente”. Questo è, secondo Steele, il grande punto di forza della casa di moda della quale oggi è il direttore creativo.

Lawrence Steele: “Ogni indumento ha una sua risonanza emotiva”

Lawrence Steele ha svelato com’è avvenuto il suo primo incontro con Alberto Aspesi. È accaduto quando è giunto per la prima volta in Italia, e in quel periodo lavorava con Franco Moschino. Successivamente si sono rivisti per caso su un treno e, quando Steele ha spiegato allo stilista italiano che stava per lanciare il suo nuovo brand, questi gli ha proposto di provare ad avviara una consulenza per Aspesi, e da lì è partita la collaborazione. Ed ora che è il direttore creativo, il designer americano ha il seguente obiettivo: “Portare il linguaggio del presente in una narrativa già di per sé molto forte e ben definita”.

Stella McCartney celebra gli animali con la collezione Autunno 2021

In merito alla genesi della nuova collezione (che lui preferisce chiamare “guardaroba”), Lawrence Steele ha raccontato che è partito immaginando una grande casa in cui vivono insieme varie generazioni che, di conseguenza, quotidianamente si scambiano e condividono emozioni ed esperienze. E da qui ha pensato ai suoi “capi tramandabili, senza tempo”. Una giacca può essere dunque indossata senza alcun problema dal nonno da anche dalla nipotina quindicenne: “Ogni indumento ha quindi una sua risonanza emotiva – ha sottolineato il direttore creativo di Aspesi – fa scattare un concetto, un ricordo, un pensiero, una sensazione”.