Laura Biagiotti, la Regina del Cachemire

0
250
Laura Biagiotti

Laura Biagiotti compirebbe oggi 77 anni. È uno dei più grandi nomi nell’olimpo dell’alta moda, una delle stiliste che maggiormente hanno contribuito a conferire prestigio al Made in Italy. Insieme a personalità del calibro di Krizia e delle sorelle Fendi, Laura Biagiotti è una delle pietre miliari della moda italiana nel mondo.

Cronologia di un successo internazionale

Esistevano ancora vestiti da mattina, pomeriggio, cocktail, sera. […]. Rompemmo gli schemi. Era un momento storico, da Firenze le sfilate si trasferirono a Milano, tutti amici. Missoni, Ken Scott, Krizia. Il calendario lo facevamo telefonandoci. In un secondo momento sono arrivati Armani, Versace, Ferré“.

La sua passione per la moda nasce nell’azienda tessile della madre Delia, un punto di riferimento fisso per l’élite della capitale. Animata da un forte spirito creativo, nel 1965, Laura Biagiotti decide di lanciarsi in una sfida personale, crea una sua linea, e realizzò una collezione di prêt-à-porter, interamente da donna.

È però il 1972 che determina ufficialmente il suo successo come creatrice di abiti. Infatti, la sua prima sfilata fu un trionfo. A Firenze, sfilarono sulla passerella abiti che rapirono l’attenzione dei presenti, grazie al loro estremo gusto e alla raffinata semplicità. Presenta così una collezione cha regala femminilità, sinuosità ed un’eleganza, mai austera, alla donna che viene concepita, al passo con i tempi, nel suo nuovo ruolo all’interno della società. Quella vestita da Laura Biagiotti è, infatti, una donna elegante, autonoma e determinata.

Dalla Cina alla Russia

Certamente, gli anni ’80 costituirono per la stilista un successo in continua crescita. In particolare, nel 1988, diventa la prima designer a far sfilare i propri abiti a Pechino, in Cina. Trenta modelle sfilano con gli abiti più emblematici e caratteristici dello stile creato da Laura Biagiotti.

Successivamente, un’altra data emblematica si inscrive nello stellato percorso di Laura Biagiotti. Nel 1995, infatti, si tiene una sfilata a Mosca, al Cremlino. Uno scenario suggestivo fa da sfondo ai modelli presentati.

Ancora, nel 1997, presenta una collezione di abiti al Cairo, in Egitto, al fine di raccogliere fondi per la Croce Rossa egiziana.

Riconoscimenti

Oltre a questi storici eventi legati alla sua carriera, Laura Biagiotti è insignita anche di numerosi riconoscimenti ed onorificenze. Nel 1992 le viene consegnato il premio Donna dell’Anno, per il suo impegno profuso nel rendere il Made in Italy tanto prestigioso a livello internazionale.

Nel 1995 riceve, dall’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, la nomina di Cavaliere del Lavoro, ad onorare i tanti anni di intensa attività nella moda. Il 2004 poi, è l’anno in cui Laura Biagiotti è eletta consigliere della Camera nazionale della moda italiana.

La regina del Cachemire: uno stile senza tempo

Il New York Times la definisce la Regina del Cachemire negli anni ’80. In effetti Laura Biagiotti si contraddistingue per la sua capacità di lavorare questo materiale, tanto raffinato quanto delicato. Sotto la sua abile direzione il tessuto prende forma, dando vita ad abiti che fanno sognare.

In particolare era amante del bianco. Tendeva a prediligere tinte tenui e chiare, mantenendo alti gli standard della sobrietà. È iconico, infatti, il “bianco Biagiotti”, molto amato dalla stilista e protagonista assoluto di molte delle sue collezioni.

Abiti dalle linee morbide e dolci, sono il suo tratto distintivo. È dunque creatrice di uno stile senza tempo, un evergreen, che a discapito del trascorrere del tempo e dell’evolvere delle tendenze, non appassisce mai.

Tutto il mondo di Laura Biagiotti

Dall’azienda tessile a conduzione familiare diventa stilista conosciuta a livello mondiale. Le si riconosce il merito di aver fornito un prezioso contributo all’export della moda italiana nel mondo. Il suo nome è sinonimo di alta moda ed è inconfondibile.

Ad oggi, il marchio Laura Biagiotti vanta numerose licenze. A partire dal mondo della moda, Laura Biagiotti firma, oltre agli abiti, anche borse, scarpe, occhiali. Ed ancora accessori per uomo, gioielli e cosmesi.

Celebre è il suo profumo, nato nel 1994, a cui la stilista da il nome della sua amata città, Roma. Oggi è distribuito in tutto il mondo.

Le grandi città, nel mondo intero, ospitano le boutique di Laura Biagiotti. Passeggiando per le vie di Milano, Tokyo, Parigi e molte altre ci si può imbattere nelle vetrine di negozi che vendono le sue creazioni ed i suoi prodotti.

Laura Biagiotti, si spegne all’età di 73 anni nel maggio del 2017, a causa di un attacco cardiaco. Lascia le redini di una Casa di Moda affermata ed amata, che fattura milioni di euro ogni anno, alla figlia Lavinia Biagiotti Cigna. Dalla madre ha ereditato l’amore per la moda, la creatività ed il buon gusto.

Commenti