L’aumento degli investimenti nelle energie rinnovabili sta guidando il mercato della produzione di pannelli solari fotovoltaici

0
304

La rapida crescita degli investimenti nelle capacità di generazione di energia rinnovabile dovrebbe guidare il mercato della produzione di pannelli solari fotovoltaici durante il periodo di previsione. Un gran numero di aziende produttrici di energia sta investendo in fonti di energia rinnovabili, soprattutto negli Stati Uniti e nei Paesi europei. Ad esempio, secondo il World Energy Investment Report, 2021 dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA), le energie rinnovabili per la nuova capacità di produzione di energia elettrica hanno attirato circa il 70% degli investimenti energetici globali nel 2021, con la maggior parte degli investimenti destinati ai settori dell’energia e degli usi finali, abbandonando la produzione tradizionale di combustibili fossili.

Si prevede che il mercato globale della produzione di pannelli solari fotovoltaici crescerà da 177,20 miliardi di dollari nel 2021 a 209,90 miliardi di dollari nel 2022, con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 18,5%. Si prevede che la crescita del mercato della produzione di pannelli solari fotovoltaici raggiungerà i 416,87 miliardi di dollari nel 2026, con un CAGR del 18,7%.

L’uso di robot intelligenti è una tendenza popolare nel mercato

Le aziende del mercato della produzione di kit fotovoltaico si stanno concentrando sul lancio di robot intelligenti per supportare la costruzione di nuovi progetti solari. I robot automatizzano la costruzione di nuove risorse solari, consentendo un ambiente di lavoro più sicuro, tempi di realizzazione più brevi e costi energetici complessivi più bassi. Ad esempio, nel dicembre 2021, AES Corporation of Virginia, un’azienda statunitense di tecnologie energetiche, ha lanciato un robot con intelligenza artificiale (AI), Atlas, per supportare la costruzione di nuovi progetti solari. Atlas supporta la forza lavoro di AES eseguendo il sollevamento, il posizionamento e il fissaggio di moduli solari, aggiungendo nuovi posti di lavoro ad alta tecnologia. Consente la rapida implementazione di nuove risorse solari su scala tale da contribuire a soddisfare la domanda di energia più verde.

L’Asia-Pacifico è stata la regione più grande del mercato nel 2021

L’Asia-Pacifico è stata la regione più grande nel mercato della produzione di pannelli solari fotovoltaici, con un valore di 69,91 miliardi di dollari nel 2021. Secondo l’analisi del mercato della produzione di pannelli solari fotovoltaici, il mercato della produzione di pannelli solari fotovoltaici in Asia-Pacifico è sostenuto da una crescente consapevolezza dell’energia solare, dall’aumento del consumo di elettricità, dalla crescita della popolazione urbana, dall’aumento dei prodotti elettronici e dalle iniziative governative. Ad esempio, nel dicembre 2021, l’Autorità per lo sviluppo energetico del Bangladesh ha firmato un accordo ventennale per l’acquisto di energia elettrica relativo a quattro progetti solari con una capacità di generazione totale di 181 MW.

Il mercato europeo dei pannelli solari fotovoltaici crescerà del 19% annuo fino al 2027

Il mercato europeo dei pannelli solari fotovoltaici dovrebbe registrare un CAGR superiore al 19% nei prossimi 5 anni, grazie all’aumento della domanda di energia, alle politiche governative favorevoli e ai crescenti incentivi per l’adozione di fonti energetiche rinnovabili nella regione. Inoltre, la maggior parte dei Paesi europei sta ampliando/costruendo nuove centrali elettriche o si sta orientando verso le fonti di energia rinnovabili, in particolare l’energia solare, per soddisfare l’aumento della domanda. Nel 2021, la Commissione europea ha proposto un nuovo quadro normativo “Fit for 55” per ridurre i gas serra del 55% entro il 2030 e raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. La regione si concentra anche sul raggiungimento dei termini dell’Accordo di Parigi, che stabilisce di limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius rispetto al livello preindustriale. Con la firma di questo accordo, i Paesi si impegnano a ridurre le emissioni di gas serra aumentando l’uso di energie rinnovabili come l’energia solare. Alcuni degli ulteriori fattori che porteranno alla crescita dei pannelli solari includono la proposta della Commissione Europea di utilizzare il 40% di energia rinnovabile entro il 2030. Il mercato solare europeo è inoltre guidato da un sistema di net-metering che utilizza un meccanismo di sconto per bilanciare l’energia annuale fornita e acquistata. Il solare fotovoltaico installato in Europa è cresciuto da 10 GW nel 2018 a 17 GW nel 2019. L’accessibilità dei terreni è una delle principali sfide del mercato europeo del solare fotovoltaico. Le difficoltà sono dovute all’accesso ai terreni per i progetti fotovoltaici a terra, in particolare sui terreni agricoli. Per i pannelli e i progetti fotovoltaici su tetto, la sfida principale è rappresentata dai ritardi di approvazione sia a livello amministrativo che di rete. Inoltre, a livello di media e alta tensione, a causa della mancanza di capacità di rete, le sfide sono rappresentate dai lunghi ritardi e dalla mancata realizzazione dei progetti.

Grecia – Piattaforma pronta per la presentazione delle domande di connessione per i progetti nel Peloponneso, a Creta e nelle Cicladi.

La tanto attesa decisione ministeriale è stata pubblicata ad agosto fa sulla Gazzetta Ufficiale greca, aprendo la strada all’avvio delle domande da parte di piccoli investitori per parchi fotovoltaici fino a 400 kW nel Peloponneso, a Creta e nelle Cicladi. Si tratta di aree in cui, fino a poco tempo fa, le reti elettriche erano considerate sature e non potevano prelevare altra corrente. Tuttavia, circa un anno fa è stata concessa una deroga per i piccoli impianti solari. Le domande per la concessione di un’offerta di connessione definitiva dovranno essere presentate per via elettronica, attraverso l’apposito sistema informativo predisposto dall’Operatore della rete di distribuzione elettrica ellenica (HEDNO) che, secondo la decisione ministeriale, dovrebbe essere pronto entro il 10 settembre. Fino ad allora, l’Amministratore dovrà anche stabilire il giorno e l’ora esatta dell’inizio della presentazione delle domande nelle tre regioni. In ogni caso, il momento in cui il nuovo portale elettronico entrerà in funzione normalmente è stabilito tra il 1° e il 25 ottobre.