L’Associazione Nazionale Alpini: la sua storia

L?Associazione Nazionale Alpini attraverso i decenni di storia

0
273

L’8 luglio 1919 alcuni reduci della Prima Guerra Mondiale fondarono l’Associazione Nazionale Alpini, simbolo di un orgoglio nazionale mai sopito.

L’idea nacque tra un gruppo di reduci riuniti a Milano, presso la Birreria Spatenbrau, e da allora ha continuato a portare avanti i suoi ideali attraverso le generazioni.

Il forte legame

Ciò che colpisce quando si partecipa a qualche manifestazione promossa dagli Alpini è il forte legame che li unisce, e che va oltre l’età anagrafica o il grado ricoperto.

E fa anche piacere constatare come ogni evento da loro organizzato si concluda sempre nel pieno rispetto del luogo che occupano.

Questo sia da un punto di vista igienico sia nel pieno accordo con la cittadinanza ospitante.

Le adunanze nazionali

Nel 1920 ha inizio la prima adunanza nazionale, sull’Ortigara, e da quel momento si sono avuti appuntamenti annuali fino al 1940 a Torino.

Poi per sette anni si è sospesa qualunque manifestazione in occasione del Secondo Conflitto Mondiale.

La ripresa degli appuntamenti viene sempre salutata nelle località che li ospitano con grande allegria e a ben ragione.

Sono, infatti, occasioni di incontro in allegria, ma mai sopra i toni.

Ma sono anche momenti per ricordare un corpo militare cui l’Italia deve molto.

Anche gli interventi in tema di protezione civile e a difesa della montagna testimoniano un legame forte con l’Italia intera e con il territorio alpino in particolare.

I principi che animano l’associazione

Cardini dell’Associazione Nazionale Alpini sono l’amor patrio, l’amicizia, la solidarietà e il senso del dovere.

Tutti principi che, richiedendo sacrifici, al giorno d’oggi sono caduti un po’ in desuetudine nella società contemporanea.

Ma, fortunatamente, c’è chi è presente per ricordare incessantemente che anche se i tempi cambiano, certi punti fermi si ritrovano sempre lungo la strada.

L’associazione oggi

Ancora oggi numerose sono le iniziative sponsorizzate dall’Associazione Nazionale Alpini, sia in Italia sia all’estero.

Diverse sono di carattere sociale, di ricostruzione, soprattutto nelle zone colpite da calamità o da carestie, in aiuto alla popolazione.

Al riguardo, non si può non menzionare il grande lavoro svolto nella recente emergenza Covid.

L’Associazione Nazionale Alpini è così: un faro silenzioso che, però, sai che in qualunque posto ti trovi, fa giungere la sua luce per dare concretezza e aiuto.

Commenti