L’Arabia Saudita chiede una soluzione per la Palestina

0
241

Secondo l’agenzia del regno saudita, il re Salman bin Abdulaziz, ha chiesto formalmente agli Stati Uniti di trovare una rapida soluzione per il popolo palestinese. In una telefonata con il presidente statunitense Donald Trump, l’Arabia Saudita ha esplicitamente chiesto agli Usa una manovra pro Palestina, dopo la riapertura del mondo arabo con Israele.

Secondo la proposta, le nazioni arabe offriranno ad Israele legami normalizzati in cambio di un accordo sulla statualità con i palestinesi; oltre che il completo ritiro israeliano dal territorio conquistato nella guerra del 1967 in Medio Oriente. Ricordiamo che l’Arabia Saudita non riconosce lo stato di Israele.

La grana palestinese

Kushner: US will not agree to Israeli annexation 'for some time' | The  Times of Israel
Jared Kushner, genero di Trump, ricopre il ruolo delicato di consigliere della Casa Bianca

Il genero di Trump, Jared Kushner, che è anche un consigliere della Casa Bianca, ha detto che spera che un altro paese arabo normalizzi i suoi rapporti entro pochi mesi.

Al momento nessun altro stato arabo ha detto finora che sta considerando di seguire gli Emirati Arabi Uniti. A parte Egitto e Giordania che hanno normalizzato i legami già decenni fa.

Il figlio del re Salman, il principe ereditario Mohammed bin Salman, e Kushner hanno discusso della necessità per i palestinesi e gli israeliani di riprendere i negoziati e raggiungere una pace duratura. L’obiettivo di Kushner è di portare a casa con successo un’altra missione internazionale in Medio Oriente.

L’accordo tra Emirati Arabi Uniti e Israele, inoltre, è stato accolto da una schiacciante opposizione da parte dei palestinesi; che hanno condannato la mossa come una “pugnalata alle spalle”.

Leggi anche: Sostegno russo cinese per la Bielorussia

Commenti