L’Aquila: Le festività ritrovano le antiche sensazioni!

0
204
L'Aquila - Piazza Duomo
L'Aquila - Piazza Duomo

Una città ancora in costruzione ha ritrovato, in parte, il suo spirito natalizio!

Il 6 aprile 2019 saranno 10 anni che il sisma ha fatto visita al capoluogo cittadino portandosi via persone, case e speranza. Il Natale 2018 è stato percepito quasi normale; guardarsi intorno e vedere luci colorate, udire le urla dei bambini felici, il freddo e la neve, hanno creato un’atmosfera magica, piena di speranza e portando con se un po di malinconia.

Uno dei segni positivi di queste feste appena passate, è stata la presenza dei turisti, molti turisti stranieri.

L’Aquila sta rinascendo? sta tornando al suo antico splendore?
Si, la città sta lentamente provando a tornare “ai bei tempi”, ricercando e ricostruendo quelle atmosfere e quei sapori da troppo tempo dimenticati.

Anche la neve ha dato il suo contributo a rendere il tutto più sentimentale. Forse è proprio per questo motivo che la città, in questo inverno così freddo, invece del classico torpore ha ritrovato una sana vitalità.

Il tutto è iniziato con il classico aperitivo della vigilia di Natale che, inizialmente, era un appuntamento esclusivo de “Ju Boss“, storica cantina aquilana, ma pian piano tutti i locali hanno iniziato questa tradizione che si è sparsa per tutto il centro storico.

Un fiume di gente col sorriso stampato sul volto, gli occhi lucidi anche grazie al vino ed alla birra, risate e chiacchiere. Sensazioni bellissime che bucano il freddo riscaldando l’atmosfera.

Gli eventi e le attrazioni, durate fino al 6 gennaio, hanno avuto un discreto successo. In Piazza Duomo con la giostrina per i bimbi più piccoli ed, in fondo a “Pee Piazza” (Piedi Piazza in dialetto aquilano), una pista di pattinaggio sul ghiacchio.
Di lato alla piazza ritroviamo le casette in legno fisse tutto l’anno, degli artigiani locali, e quelle mobili poste li appositamente per il periodo festivo.

Il vin brulè ha inebriato la piazza di un caldo profumo di spezie e arance, le luminarie “3D” sono state protagoniste di centinaia di selfie, e la gente.

Le polemiche ed i problemi non sono mancati, Le luminarie sono state criticate perchè sarebbero di seconda mano, la visita del vicepresidente Matteo Salvini ha scatenato le due fazioni, pro e contro.
Inoltre quest’anno la fiera dell’epifania ha visto molti sequestri di dolciumi che, negli anni passati, hanno allarmato i molti acquirenti.
Lo scorso anno, ci siamo occupati di un problema che si è ripresentato anche quest’anno, i dolciumi scaduti (articolo correlato —> https://www.periodicodaily.com/dolci-scaduti-nelle-calze-della-fiera-dellepifania/).
In base alle ultime notizie, vi è stato un maxi sequestro di merce scaduta.

Altro disagio capitato agli avventori della classica fiera dell’epifaniasono stati i numerosi furti di cellulari.

Tralasciando gli “inconvenienti”, che ci sono sempre stati, quest’anno l’atmosfera ha risvegliato ricordi e sensazioni ormai divenuti letargici.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here