L’aquila di Salewa vola a Lagazuoi EXPO Dolomiti

L'esposizione stimola l’immaginazione e evoca un’ascensione in verticale, dalla terra al cielo, giocando con parole chiave, colori, immagini ed oggetti iconici. Progressivamente si svela la bellezza di un viaggio verso la vetta

0
125
Salewa
Lagazuoi EXPO Dolomiti. Photo credit: Giacomo Pompanin

Le Dolomiti sono una fonte di ispirazione inesauribile non solo per chi le frequenta e le abita, ma anche per le aziende legate al mondo della montagna. Quindi realtà come Salewa, storicamente ancorata al contesto unico. Il brand altoatesino è protagonista di una mostra allestita a Lagazuoi EXPO Dolomiti che sorge nella stazione di arrivo della funivia a quota 2.732 metri. Sarà visitabile dal 23 dicembre al 12 febbraio 2023. La terra, il cielo e la montagna in mezzo racconta i valori e la filosofia che uniscono il polo espositivo al brand altoatesino leader nella produzione di attrezzature di montagna.


FIEMME NAMASTE’ FESTIVAL: lo yoga open air nel cuore delle dolomiti


Quale messaggio vuole tramettere Salewa con la mostra?

L’istallazione nasce innanzitutto da una profonda affinità: il polo espositivo racconta una visione del mondo, promuovendo un turismo differente che pone al centro il rapporto tra uomo e ambiente. La stessa filosofia anima Salewa che attraverso la ricerca tecnologica e dei materiali fornisce agli sportivi gli strumenti per vivere la montagna come un’esperienza totalizzante. La Curatrice, la Creative Director Anna Quinz, ha realizzato un progetto site-specific, creando una sintesi inedita tra immagini e parole. Il concept si pone all’antitesi dello showroom: lavorando per sottrazione emerge nitida l’essenza della visione che guida il brand. I tre livelli identificano le tappe di un’ascensione, dalla terra al cielo, che passa attraverso la scoperta della verticalità.

Salewa, passione per l’alpinismo

Il visitatore è accompagnato in un percorso che privilegia i sensi e le vive impressioni suscitate dall’incontro tra parole chiave, immagini. Non mancano gli oggetti iconici che permettono di confrontare le versioni originali e moderne dei prodotti Salewa. Molti di questi, rivoluzionari per la loro epoca, sono ideati dallo storico Direttore dell’azienda, Hermann Huber, leggendaria figura di alpinista, esploratore ed inventore.­

Le tappe del viaggio

Il primo livello è dedicato alla Terra, intesa come piano orizzontale, base e fondamenta del discorso. Gli allestimenti sono posizionati in basso, per raccontare le radici dell’azienda e l’appartenenza al territorio. Un tema affidato a tre oggetti: i bastoncini da sci, primo prodotto di punta del brand, lo zaino Andes, legato alla spedizione nelle Ande di Hermann Huber, e il sacco a pelo in piumino. Un corner “sensoriale” è dedicato a Tyrolwool, il progetto di recupero della lana di Salewa, che simboleggia il ciclo della rigenerazione.

Montagna, ascesa e pile Salewa

Salendo al primo piano si incontra la Montagna: si sfrutta la verticalità delle pareti per esplorare l’universo semantico legato all’arrampicata e alla scalata. Sono concetti evocati anche dalle vette che si ammirano, in tutta la loro magnificenza, dalle ampie finestre. Tra gli oggetti iconici troviamo il rampone che “accarezza” la roccia e sostiene l’ascesa, i guanti in lana e il piumino Bering, che offrono protezione dalle intemperie. Un’intera parete è dedicata ai “fleece”, ovvero ai pile vintage anni ’80 e ’90, coloratissimi simboli di un’epoca.

Il Cielo e la luce di Salewa

Il terzo livello, sempre al primo piano nella seconda sala, è immerso in una luce bianca ed evanescente: appartiene al Cielo e alla dimensione più aerea. Siamo tra le nuvole, circondati da video, immagini, pannelli di plexiglass che creano effetti luminosi e di colore, con allestimenti posizionati in alto. Un senso di leggerezza pervade l’ambiente. Tra gli oggetti iconici troviamo il leggerissimo casco Helium, la corda da alpinismo e l’aquila, simbolo di Salewa e metafora di libertà. Un video è dedicato ai volontari dell’associazione Aiut Alpin Dolomites che volano in soccorso delle persone in difficoltà.

­Lagazuoi EXPO Dolomiti

Il polo espositivo è tra i più alti al mondo, a quota 2.372 metri e sorge nel cuore delle Dolomiti, patrimonio UNESCO, a metà strada tra Cortina d’Ampezzo e l’Alta Badia. Uno spazio innovativo e una galleria espositiva di valenza internazionale che ospita un calendario ricco di eventi, esposizioni e progetti dedicati alla fotografia, all’arte del passato.

Salewa

Un brand che è sinonimo di passione per lo sport di montagna. Fondata a Monaco di Baviera nel 1935 e poi trasferita in Alto Adige, l’azienda a conduzione familiare è saldamente ancorata alle Dolomiti. Nella sede di Bolzano realizza attrezzature tecniche con materiali tradizionali e design moderno, e conformi a standard ambientali e sociali molto elevati. Salewa trae ispirazione dallo sport in montagna e contribuisce alla sua costante evoluzione, posizionandosi come leader nel settore puntando sulla consapevolezza per la regionalità, la qualità e il valore. I suoi 550 dipendenti creano infatti prodotti pionieristici per l’alpinismo: abbigliamento, calzature, materiale e attrezzature tecniche.

Immagine da cartella stampa.