Lancio dell’Apollo 15: 26 luglio 1971

0
273
Il lancio dell'Apollo 15: 26 luglio 1971

Il lancio dell’Apollo 15 avvenne il 26 luglio 1971. Questa fu la nona missione del Programma Apollo e la quarta ad allunare.

La missione fu una missione “J”. Cioè una missione scientificamente più avanzata che prevedeva una più lunga permanenza sulla Luna, possibile grazie ai miglioramenti dei sistemi di sopravvivenza delle tute spaziali. Anche l’addestramento degli astronauti fu intensificato rispetto alle missioni Apollo precedenti.

La NASA rese nota la composizione dell’equipaggio il 26 marzo del 1970. David Scott, Alfred Worden e James Irwin andarono a comporre l’equipaggio. Leggi qui notizie sull’equipaggio dell’Apollo 11.

Per il comandante Scott quello era il terzo volo nello spazio, dopo le missioni Gemini 8 e Apollo 9. Per Worden, pilota del modulo di comando e Irwin, pilota del modulo lunare, quella fu la prima esperienza nello spazio.
Tutti e tre, però, erano membri dell’aeronautica militare americana.

Il lancio dell'Apollo 15 avvenne il 26 luglio 1971. Scott, Worden e Irwin componevano l'equipaggio.

La missione

Il lancio dell’Apollo 15 avvenne il 26 luglio 1971. Il razzo Saturn V fu lanciato da Cape Canaveral, in Florida. Impiegò 12 minuti per raggiungere l’orbita terrestre e, compiute due orbite, fu acceso il terzo stadio del razzo per portare Apollo 15 verso la Luna.

L’allunaggio avvenne sulla Rima di Hadley. Da lì iniziarono le attività extraveicolari (EVA) degli astronauti.

Inizialmente, si compì una Stand-up EVA, cioè un’attività di visualizzazione dell’area circostante al punto di allunaggio. Poi, agli astronauti venne concessa una pausa di cinque ore per dormire.

Successivamente Scott si accorse che il rover lunare aveva lo sterzo anteriore difettoso. Il rover è un veicolo destinato al trasporto degli astronauti e di campioni del terreno. Il rover fu comunque utilizzato perché dotato anche di uno sterzo posteriore, integro. Si diressero verso un punto mancante della Rima, dove sorgeva un dirupo profondo 300 metri. Lì, montarono gli strumenti ALSEP (Apollo Lunar Surface Experiments Package).

Poi, gli astronauti si spinsero fino a 5 km di distanza dal punto di allunaggio. Così giunsero al Mons Hadley; e prelevarono dei campioni di roccia.

Infine, gli astronauti si diressero nella Valle Hadley. Qui fu lasciata una statuetta, chiamata Fallen Astronaut, e tenuta una commemorazione in memoria degli astronauti deceduti.

In seguito, Alfred Worden lasciò il modulo di comando per un’ultima EVA di 38 minuti per recuperare materiale fotografico dall’Endeavour.

Il 7 agosto del 1971, alle ore 20:45, Apollo 15 ammarò nel Pacifico. Un paracadute non si aprì, ma questo non comportò danni. La portaerei USS Okinawa accolse l’equipaggio.

La missione portò ben 76,8 kg di pietre lunari sulla Terra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here