Lamorgese vs Salvini: l’Italia è responsabile del caso Nizza?

0
729
Lamorgese
Lamorgese

All’indomani del caso Nizza, Matteo Salvini sferra un duro tweet contro Luciana Lamorgese inneggiando alla responsabilità dell’accoglienza italiana nei confronti dell’attentato terroristico.

Il tweet di Salvini contro Luciana Lamorgese

Il clima di odio razzista creato da Matteo Salvini è responsabile di un intrinseco esodo della popolazione italiana dalla rete di accoglienza che, un Paese civile, dovrebbe costruire. Proprio il leader della Lega, infatti, non si è fatto sfuggire l’occasione del caso Nizza per tornare ad affermare la sua posizione sul sistema immigrazione. “Record di sbarchi, piazze in rivolta e ora perfino un killer tunisino sbarcato a Lampedusa e lasciato tranquillamente scappare in Francia a uccidere e sgozzare”, aveva twittato questa mattina, inneggiando alle dimissioni della ministra dell’Interno. La replica di Luciana Lamorgese dopo le parole del leghista non si è fatta attendere. “È il momento di fermare le polemiche, responsabilità non ce n’è da parte nostra. I decreti Sicurezza di Salvini hanno creato solo insicurezza“.

Il leader della Lega attacca il Governo, insorge il Pd: “Calunnia la patria”

“Chiedo scusa al popolo francese, ai figli dei morti e dei decapitati, a nome di Conte e Lamorgese. Il premier e il ministro dell’Interno italiani hanno la responsabilità morale di quanto successo a Nizza”. Questo il tweet di Matteo Salvini. “Il leader della Lega sfrutta il terribile attentato francese che ha colpito tutta l’Europa per meri calcoli di bottega e di ripicca personale“, ha replicato il senatore Dario Stefano. “Salvini assomiglia sempre di più ad un bambino al quale è stata tolta una macchina con cui giocava. Un ex ministro dell’Interno dovrebbe sapere che non si gioca con il terrorismo. Continuare a farlo avvalora il convincimento di quanto fosse e sia tutt’ora inadeguato a ruoli di Governo”.  Continua, poi, il ministro del Sud Peppe Provenzano: “Ci sono giornate, come quella di ieri, in cui può essere difficile per tutti essere all’altezza dei drammi che stiamo vivendo. Se sei un politico, Matteo Salvini, hai il dovere di provarci. Per cominciare, direi, astenendoti dal calunniare la patria”.

Lamorgese in difesa dell’Europa

Il killer, prima di giungere in Costa Azzurra, ha percorso quella che il Vicepresidente del Copasir, Adolfo Urso, ha definito la “rotta del terrore” che troverebbe l’anticamera in Italia. Così, mentre la scia del “terrore” di Matteo Salvini fomenta le radici di un razzismo prettamente populista, la ministra dell’Interno trasforma la “porta dell’Inferno” nella porta d’Europa. “Questo è il momento di fermarci con queste polemiche ed essere vicini alla Francia e all’Europa, perché questo è un attacco all’Europa. Lampedusa infatti è la porta d’Europa”, è stata la richiesta della ministra.