Lagarde dichiara: a Dicembre un altro intervento della Banca Centrale

0
135

Da poco conclusa la conferenza stampa di Christine Lagarde, la quale conferma che i tassi in questo momento resteranno invariati almeno  fino a quando le prospettive di inflazione non convergeranno solidamente ad un livello sufficientemente vicino al 2%.

Il Consiglio direttivo continuerà i suoi acquisti nell’ambito del programma di acquisti d’emergenza in caso di pandemia (PEPP) per un importo totale di 1,35 trilioni di euro. Questi acquisti contribuiscono ad allentare la posizione generale di politica monetaria, contribuendo così a compensare l’impatto al ribasso della pandemia sulla traiettoria dell’inflazione prevista”, ha dichiarato Lagarde.

Pepp confermato

Gli acquisti continueranno ad essere effettuati in modo flessibile nel tempo, in tutte le classi di attività e in tutte le giurisdizioni. Ciò consente al Consiglio direttivo di evitare efficacemente i rischi per la regolare trasmissione della politica monetaria”, ha aggiunto il Presidente della BCE.

Lagarde ha inoltre confermato che “la BCE effettuerà acquisti netti di attività nell’ambito del PEPP almeno fino alla fine di giugno 2021 e comunque fino a quando non considereremo conclusa la fase di crisi del coronavirus”.

Il Consiglio direttivo reinvestirà i pagamenti principali dei titoli in scadenza acquistati nel PEPP almeno fino alla fine del 2022. In ogni caso, il futuro roll-off del portafoglio PEPP sarà gestito in modo da evitare interferenze con la posizione di politica monetaria appropriata.

Possibili acquisti a Dicembre

A dicembre il board farà una messa a punto sull’outlook economico e come più volte detto durante la conferenza gli strumenti potrebbero essere ricalibrati per rispondere alla situazione in evoluzione.

“Gli acquisti netti nell’ambito del programma di acquisto di attività proseguiranno ad un tasso mensile di 20 miliardi di euro, insieme agli acquisti nell’ambito dell’ulteriore accantonamento temporaneo di 120 miliardi di euro fino alla fine dell’anno”, ha confermato Lagarde.

Il Presidente ha inoltre riaffermato l’intenzione della BCE di continuare a reinvestire integralmente i pagamenti nell’ambito del PPP per un periodo di tempo prolungato dopo la data in cui i tassi di interesse di riferimento della BCE iniziano a salire e, in ogni caso, per tutto il tempo necessario a mantenere condizioni di liquidità favorevoli e un elevato grado di accomodamento monetario.

“La terza serie di operazioni di rifinanziamento mirate a più lungo termine (TLTRO III) rimane una fonte di finanziamento interessante per le banche, a sostegno dei prestiti bancari alle imprese e alle famiglie”, ha dichiarato Lagarde.


Commenti