La Venere Nera della moda compie 50 anni

Nata il 22 maggio 1970, a Londra, Naomi Campbel è considerata una supermodella

0
219
Naomi Campbel la venere nera della moda

La Venere Nera della moda è il soprannome che si è meritata da subito, dalla prima volta che è comparsa sulle passerelle. Naomi Campbel è un’icona di stile che non tramonta, nonostante i 50 anni oggi la sua bellezza e il suo fascino restano leggendari.

La Campbell negli anni ’90 è stata tra le modelle che per la prima volta sono riuscite a spostare l’attenzione del pubblico, non più interessato agli abiti indossati. Ha fatto emergere la donna che indossava gli abiti, spesso superando in personalità anche gli stessi stilisti per cui sfilava.

L’intramontabile Naomi Campbel

Non c’è confronto che regga. Nessuna, dagli anni 90 ad oggi, è riuscita a pareggiare la bellezza di questa donna, non per nulla ribattezzata “la Venere Nera”. Ancora oggi impegnata sulle passerelle, riesce a togliere luce alle colleghe più giovani, perché Naomi non è solo bella. è affascinante e il fascino non si compra, non si costruisce. Con i suoi 50 anni oggi, 22 maggio, entra nell’olimpo delle belle oltre il tempo. La ricordiamo tutti attraversare le passerrelle dei grandi stilisti negli anni ’90 e abbiamo potuto vederla ancora, con la sua falcata leggendaria, di recente nelle sfilate di Parigi.

https://www.instagram.com/p/Bs_a31hABLy

Negli anni ’90, per la prima volta nella storia del fashion system, le modelle erano considerate celebrità, amate e seguite dal pubblico. Un successo che per Naomi ancora oggi non accenna a diminuire, dovuto alla bellezza ma anche al portamento, al fascino, al modo di fare.

Di lei molti ricordano anche il carattere irascibile, le risse con colf e colleghe, i capricci nei backstage degli shooting fotografici e delle sfilate.


Moda 2020: al mare con la mascherina abbinata al bikini


Le passerelle dei grandi stilisti e le copertine di Vogue

Naomi Campbel nasce a Londra nel 1970, figlia di una bellerina di origini giamaicane e padre sconosciuto. Nel 1987 posa per il calendario Pirelli e nel 1988 Elle la sceglie per la copertina. Ha il primato di essere la prima modella nera sulle copertine di Vogue Paris e del Times Magazine (1988) e diventa uno degli angeli di Victoria’s Secret dal ’96 al 2005.

Nella sua lunghissima carriera, oltre ad aver sfilato per i più grandi stilisti del mondo, ha posato (nuda) per il libro ‘Sex’ di Madonna e anche per Playboy.

La Venere Nera e il successo

La sua forza non era (è) solo quella di essere sempre impeccabile: abiti haute couture e corpo perfetto hanno aiutato, ma non è tutto. Non si ricordano suoi errori di stile sul red carpet, cambiando stile e interpretando ogni abito con naturalezza. E cambiando spessissimo pettinatura. Una delle sue caratteristiche è proprio quella di sperimentare look diversissimi tra loro da un giorno all’altro senza alcuna fatica: da una pettinatura vaporosa riccia stile afro a frangia e boccoli e poi con caschetto geometrico e corto.

Naomi e l’alopecia

Nel 2010 compaiono sul Guardian alcune foto della famosa top model con ua vistosa calvizie. Lo stress di una vita frenetica, i continui cambi di look per le sfilate, forse sono alla base della perdita di capelli che ha colpito Naomi. Un momento che ha affrontato, ancora un volta, con stile, ammettendo di usare parrucche nelle occasioni pubbliche e portandole senza timore anche con stili estremi.

Commenti