La tavola Ouija, da gioco a strumento occulto

0
507

La tavola Ouija è spesso vista come strumento occulto per contattare i morti, ma la loro origini non sono così sinistre. L’originale tavoletta Ouija creata nel 1891, poi una società di novità brevettò il trucco da salotto spiritualista alla fine del XIX secolo e Parker Brothers (che ora fa parte di Hasbro) acquistò i diritti del gioco nel 1966.

Può sembrare una scelta strana, ma la tavola Ouija è venduta come un gioco

Infatti, il produttore di giochi da tavolo tratta Ouija allo stesso modo di Monopoly o Clue. Negli anni ’90 ha persino commercializzato il giocattolo spettrale agli adolescenti. Di seguito puoi guardare spot pubblicitari retrò che hanno esaltato la reputazione mistica della tavola Ouija. In uno spot televisivo del 1991, i bambini fanno domande come “Sarò mai abbastanza alto da schiacciare una schiacciata?” e “I miei genitori mi lasceranno andare al concerto?” mentre si discute su chi sta muovendo la planchette. Un altro spot pubblicitario della fine del decennio mostra una versione del gioco che si illumina al buio. Lo slogan del prodotto, l’ oracolo mistificatorio, appare ancora oggi sulle scatole.

Gli annunci che vendevano la tavola Ouija ai bambini sono scomparsi dalle onde radio dopo gli anni ’90

Il giocattolo è diventato l’obiettivo di una nuova ondata di panico satanico, rendendo la sua immagine di un innocuo gioco di pigiama party una vendita più difficile. Inizialmente l’ideatore della tavola aveva attribuito l’origine della parola a un antico termine egizio che significherebbe “buona fortuna”, sostenendo di averlo imparato durante una delle sue sedute. Più tardi però è stato diffuso e ben più accettato il fatto che il termine “ouija” derivi in realtà dall’unione di altre due parole, ossia “oui” (francese) e “ja” (tedesco), che significano entrambe “sì”. Non è chiaro per quale motivo il nome della tavoletta sia stato formato in questo modo.

Il giocattolo è ancora pubblicizzato oggi, ma i metodi sono più creativi

Sebbene recitassero come i tipici film dell’orrore, Ouija (2014) e Ouija: Origin of Evil (2016) erano del marchio proprio come Battleship (2012) e Transformers (2007).

I Gatti ci Proteggono dagli Spiriti: In che modo?

Descrizione e funzionamento

L’apparecchio è costituito da una superficie piatta, in genere di legno lucido o in plastica, sulla quale sono disegnate tutte le lettere dell’alfabeto, i numeri dallo 0 al 9, un “si” e un “no”, un “addio” e a volte due “ciao”, il cui utilizzo è abbinato a un indicatore mobile, la Planchette. Esistono in commercio tabelloni, di forme svariate, già pronti per l’uso. Il tipo più comune è quello con le lettere collocate in senso circolare, ma ve ne sono anche con disposizioni orizzontali o semicircolari.

Si tratta di uno strumento utilizzato per le sedute spiritiche

Lo scopo di tale tavoletta è quello di interagire con gli spiriti: gli utilizzatori pongono delle domande a imprecisate entità sovrannaturali (fantasmi, demoni, ecc.), che, attraverso un medium, farebbero sì che la Planchette si muova sulla tavola ouija e componga la risposta, utilizzando le lettere e le cifre disegnate sul supporto. I partecipanti, seduti attorno a un tavolo, evocano l’entità con cui desiderano comunicare e poi poggiano, in modo leggero, l’indice della mano destra sull’indicatore. In seguito lo strumento inizia a muoversi prima lentamente e poi con maggiore decisione e celerità.