di Michela Zanarella

Alberto Bianco, in arte Bianco è un giovane cantautore torinese che sta conquistando la critica ed il pubblico con il suo stile. Sotto la produzione artistica di AntiAnti ha pubblicato nell’aprile 2011 il suo primo album ufficiale “Nostalgina” per la neonata etichetta INRI. Il suo singolo “Mela” è stato scelto nel contest di MTV New Generation. Nelle canzoni di Bianco si percepiscono emozioni contrastanti, si passa dalla rabbia, all’ amore, fino ad un legame forte, necessario, con la sua città, Torino.

D- Bianco, MTV New Generation ha selezionato il tuo singolo “Mela”, qual è il punto di forza di questo brano? Come è nato?

R- Il punto di forza del brano è la realtà. Con questa canzone ho descritto un momento molto importante della mia vita riportando esattamente le parole, i colori e i profumi di quell’ istante.

 

D- C’è stato qualcuno che ti ha sensibilizzato verso la musica, come è avvenuto il tuo esordio?

R- Io suono da tanti anni e sicuramente la prima educazione musicale me l’ha data mio padre, grandissimo ascoltatore di musica, poi crescendo ho imparato a suonare la chitarra e da neanche tre anni ho deciso di cantare. Prima mi creava dei problemi emotivi essere al centro del palco ed essere il “front man”, ora con l’età è cresciuta anche un po’ la sicurezza ma soprattutto l’esigenza di farlo.
D- “Nostalgina” è il tuo primo album, è stato facile trovare un’ etichetta discografica? Come hai affrontato la realizzazione del disco?Perchè questo titolo?

R- Io da questo punto di vista sono stato fortunatissimo perchè io ho fatto un disco perchè un’etichetta mi ha chiesto di farlo.
Appunto circa tre anni fa ho suonato per parecchi mesi in un locale a Torino dove ho incontrato Dade dei Linea77 che mi ha parlato della sua nuova etichetta e della voglia di produrre il mio disco.

D- Torino è la musa della tua ispirazione? Come sei in empatia con essa?

R- Torino è una città coloratissima nonostante la fama di città industriale. Cambia colore velocemente e ha sempre la capacità di affascinarmi.
Io spesso esco a camminare nei boschi della collina per vederla un po’ dall’esterno e mi sembra di poterla tenere in tasca tanto la sento mia.
D- Stare sul palco agli MTV Days, che emozioni hai provato nell’esibirti davanti a migliaia di persone?

R- E’ stata un’ emozione molto intensa, condividerla con i miei amici della band mi ha reso molto orgoglioso e sicuro di quello che stavamo facendo.
D- Cos’ è per te la musica?

R- Le foglie per un albero.
D- Progetti per il futuro.


R- Il 12 Novembre esce il mio secondo disco “Storia del futuro” e quindi promozione, concerti e altra musica.

 

Intervista tratta da Periodico Mag: http://issuu.com/periodicoitaliano/docs/numero2_dicembre2012?mode=window&pageNumber=51

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here